Tg Roma e Lazio, le notizie del 28 settembre 2021

Redazione 28 settembre 2021 17:11

Ecco i titoli del Tg Lazio dell’edizione di oggi: www.dire.it

GOVERNO CANDIDA ROMA PER EXPO 2030, RAGGI: PRONTO PROGETTO 

Il governo candiderà Roma per ospitare Expo 2030: a confermarlo è stato il premier Mario Draghi, in una lettera inviata ai candidati sindaco, che proprio lo scorso 24 giugno avevano firmato una missiva su convocazione della sindaca di Roma. “Nei prossimi giorni presenterò il progetto- ha detto Raggi- Per Roma si tratta di un motivo di orgoglio perché supera il racconto di una città dove non si possono fare le cose”. Pronta la replica di Calenda: “Dopo aver rinunciato alle Olimpiadi, dopo questa idea penitenziale di non farcela, finalmente una bella sfida che Roma vincerà alla grande”. Secondo Gualtieri “ci sono buone possibilità di vittoria”.

DI MAIO: SGOMBERO VILLETTE CASAMONICA E’ MERITO DI MONICA LOZZI 

Il merito dell’abbattimento delle villette dei Casamonica è della presidente dell’VII Municipio, Monica Lozzi, e non di Virginia Raggi. Parola di Luigi Di Maio, che in un audio riservato e reso noto dalla stessa Lozzi, ha commentato così le vicende legate all’abbattimento delle villette al Quadraro: “Stai facendo un grande lavoro. Non so se ti sarà mai riconosciuto: hai fatto una cosa storica di cui altri, purtroppo, si sono presi il merito”. Lozzi ha sottolineato che “la Raggi arrivò solo il giorno degli abbattimenti per i fotografi e le telecamere”.

COVID, A RIETI ULTRACENTENARIA PRIMA VACCINATA CON TERZA DOSE 

Sono iniziate questa mattina, a Rieti, le prime somministrazioni della terza dose di richiamo del vaccino anti Covid per gli ospiti nelle RSA che hanno fatto la seconda dose almeno da 180 giorni. Tra le prime a ricevere la dose di richiamo ‘nonna Valentina’, donna ultracentenaria residente nella RSA di Santa Rufina a Rieti. Da domani sera alla mezzanotte sarà attivo per tutta la regione il servizio di prenotazione online per gli over 80 che abbiano ricevuto la seconda dose entro il 31 marzo. L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, ha spiegato che “chi volesse potrà fare la terza dose del richiamo dal proprio medico di famiglia contattandolo direttamente”.

DOPO SETTE ANNI MUSEO CIVILTÀ ROMANA RIAPRE CON PLANETARIO 

Il Museo della Civiltà romana torna a vedere la luce dopo sette anni di chiusura totale. All’inizio del 2022 riaprirà infatti il Planetario, primo step per restituire al pubblico l’enorme complesso dell’Eur. Nel 2023, invece, questo l’auspicio di Roma Capitale e Sovrintendenza capitolina, potrebbe riaprire la sala del Plastico di Roma imperiale dell’architetto Italo Gismondi, mentre con 18 milioni inseriti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza l’amministrazione punta a riaprire tutto il Museo. Oggi, intanto, il Planetario è stato riaperto per una visita istituzionale. “È un Planetario digitale, di ultima generazione, capace di trasformare la scienza in esperienza anche estetica” ha commentato la sovrintendente Maria Vittoria Marini Clarelli.
 

Fonte : Roma Today