Nuova Zelanda, il presidente della Camera fa da baby sitter al figlio di un collega deputato

Un deputato neozelandese è tornato a lavoro dopo aver usufruito di un congedo parentale, portando con sé il figlio di poche settimane e il presidente della Camera della Nuova Zelanda, Trevor Mallard, si è offerto di fare da “baby sitter” al piccolo per permettere al collega, Tāmati Coffey, di partecipare al dibattito parlamentare.

La foto dello “Speaker” con in braccio il bambino, con tanto di biberon, mentre presiedeva la seduta è diventato ben presto virale. “Normalmente lo scranno dello Speaker è usato soltanto ai presidenti della Camera, ma oggi con me c’è un Vip. Congratulazioni a Tāmati Coffey e a Tim per il nuovo membro della vostra famiglia”, ha commentato Mallard. 

trevor mallard-2

La presenza del piccolo Tūtānekai (che il deputato laburista a Tāmati Coffey e il marito Tim Smith hanno avuto grazie alla gestazione per altri), ha avuto un effetto decisamente positivo sui vari deputati e la seduta si è svolta in un ambiento più rilassato. “È bello avere un bambino alla Camera e com’è carino”, ha twittato il deputato Gareth Hughes, postando una foto con in braccio il piccolo Tūtānekai e taggando Coffey.

gareth hughes-2

Fonte: NewsHub →
Fonte : Today