Realme 5 e 5 Pro ufficiali: smartphone low-cost con 4 camere

Sono ufficiali Realme 5 e 5 Pro, i nuovi smartphone dell’azienda cinese nata da una costola di Oppo che puntano forte sul rapporto qualità prezzo, con un comparto fotografico di altissimo livello a un costo decisamente inferiore rispetto ai competitor. I due device hanno debuttato per ora sul mercato indiano in un evento trasmesso in streaming: specifiche superiori per il modello Pro, che possiede una quadrupla fotocamera con sensore principale da 48 megapixel, rispetto ai 12 presenti su quello di Realme 5, anch’esso con quattro obiettivi posteriori. Bisognerà quindi aspettare i modelli della prossima serie X per vedere montato sugli smartphone Realme il tanto atteso sensore ISOCELL GW1 da 64 megapixel prodotto da Samsung.

Realme 5 e 5 Pro: specifiche e prezzo in India

Con l’uscita di Realme 5 e 5 Pro l’azienda cinese diventata indipendente nel 2018, dopo diversi anni da sotto-brand di Oppo, non si smentisce e prosegue con la propria filosofia che si basa su smartphone qualità proposti a prezzi contenuti. Oltre alla quadrupla fotocamera posteriore con obiettivo da 48 megapixel il Realme 5 Pro possiede un sensore frontale da 18 megapixel posto in un notch a goccia, un display Lcd Full-HD 1080p da 6,3 pollici ed è alimentato da un processore Snapdragon 712 e una batteria da 4035 mAh. I tagli di Ram disponibili sono tre, da 4, 6 o 8 GB, mentre la memoria interna espandibile è da 64 o 128 GB. Il prezzo di partenza dello smartphone sul mercato indiano equivale a circa 175 euro, di poco superiore ai 125 euro richiesti per Realme 5, che possiede un display più ampio da 6,5 pollici ma con minor risoluzione, il processore Snapdragon 665, Ram da 3 o 4 GB, un taglio aggiuntivo di memoria interna da 32 GB e il sensore principale della quadrupla fotocamera posteriore da 12 megapixel, oltre a un obiettivo frontale da 13 megapixel.

In futuro sensori da 64 e 108 megapixel

Nonostante le indiscrezioni che parlavano di un lancio entro la prima settimana di agosto, Realme deve ancora presentare ufficialmente il proprio primo smartphone con fotocamera da 64 megapixel, un risultato raggiunto grazie all’utilizzo del sensore ISOCELL Bright GW1 realizzato da Samsung. Proprio la casa sudcoreana ha recentemente annunciato in collaborazione con Xiaomi un nuovo sensore da 108 megapixel destinato a rivoluzionare il concetto di fotografia mobile: il nome è ISOCELL Bright HMX, che potrebbe essere integrato su uno smartphone entro la fine del 2019. 

Fonte : Sky Tg24