Ruba carte di credito a paziente terminale e fa shopping, infermiera finisce in carcere

Redazione 25 settembre 2021 18:26


Un’infermiera inglese è finita in carcere con l’accusa di aver rubato a un paziente in fin di vita le carte di credito e averle usate per fare shopping e acquistare biscotti e vestiti.

I fatti sono avvenuti al Queen Elizabeth Hospital di Birmingham, in Inghilterra. La donna, la 49enne Rebecca Ellis, ha sottratto due carte di credito a Fred Bromely, ex ispettore di polizia ricoverato per un cancro allo stadio terminale e le ha usate per fare acquisti evitando di superare cifre che avrebbero richiesto un pin. Prima di uscire ha provato il funzionamento delle carte (contactless) già dentro l’ospedale, usandola a un distributore per comprare un pacco di biscotti, poi ha senso oltre 120 sterline in un negozii di abbigliamento.

Ad accorgersi del furto è stata la figlia di Bromley, che ha fatto denuncia facendo scattare le indagini. La donna è stata condannata a 9 mesi di carcere: a incastrarla le riprese delle telecamere di sorveglianza di un negozio da cui si è visto che stava utilizzando la carta della stessa banca di Bromley – nel frattempo morto in ospedale – dove lei non aveva conti aperti.

La polizia ha riferito che la donna si è rifiutata di rispondere alle domande al momento dell’arresto, e ha continuato a negare le accuse anche in tribunale. Alla fine, oltre alla condanna al carcere, ha perso anche il lavoro: “Quanto accaduto non riflette i valori del nostro ospedale – ha detto un portavoce del Queen Elizabeth Hospital – ci scusiamo con le famiglie, Rebecca Ellis è stata immediatamente sospesa e non lavora più per noi”.

Fonte : Today