Il debutto di Pellegri con il Milan: ritorna in campo in Serie A dopo tre anni e troppi infortuni

22 Settembre 2021

Pietro Pellegri al 73′ di Milan-Venezia prende il posto di Ante Rebic. Per il giovane attaccante classe 2001 è il debutto stagionale con la maglia rossonera. Ed è il ritorno sui campi della Serie A dopo oltre tre anni dall’ultima volta. In mezzo, una parentesi con il Monaco e troppi infortuni alle spalle.

88 CONDIVISIONI

Pietro Pellegri tre anni dopo. L’attaccante è tornato a calcare un campo di Serie A in  Milan-Venezia dopo aver giocato per l’ultima volta nel nostro campionato nella stagione 2017/2018 con la maglia del Genoa. Da allora, un addio al nostro calcio, con l’avventura agrodolce della Ligue 1 con i colori del Monaco. Poi, il ritorno con il debutto stagionale regalatogli da Pioli che lo fa entrare a risultato acquisito al posto di Rebic. Pochi minuti ma di un valore specifico importantissimo.

Dopotutto Pellegri è stato uno degli acquisti che ha chiuso il mercato milanista in estate, voluto da Paolo Maldini per dare l’ultimo tocco alla rosa di Pioli. Nelle  gerarchie è l’ultima pedina, davanti a sua maestà Ibrahimovic, poi Giroud, quindi Rebic. Persino Leao. Ma le gerarchie sono fatte proprio per essere scardinate e Pellegri avrà l’occasione per dimostrarlo. Intanto si gode i 25 minuti di San Siro tra gli applausi dei propri tifosi, entusiasti.

Non si è visto molto in campo, anche se il Milan ha giocato il suo calcio migliore con Pellegri entrato al posto di Rebic. Ma il fatto di esserci per questo ragazzo di soli 20 anni ma con un curriculum di infortuni da anziano, è già tantissimo. Si è parlato di lui per aver giocato, non per i guai fisici che da sempre lo tormentano. Dal 2018 ha sempre giocato col contagocce, mai è riuscito a godersi un’intera stagione per dimostrare il proprio valore.

Leggi anche

Ibrahimovic torna e fa gol, il Milan batte la Lazio e va al comando della Serie A

Cresciuto nel Genoa, talento purissimo, Pellegri aveva debuttato a soli 15 anni con il Grifone in massima serie facendosi conoscere al calcio che conta. Ma la fortuna si è sempre girata dall’altra parte quando il ragazzino classe 2001 ha provato a mostrare le proprie qualità. Nell’anno del debutto scende in campo in sole 3 occasioni segnando un gol. Un’ernia prima e l’infortunio alla coscia lo bloccano. Anche per quella successiva dove vanta solo 6 presenze. Il Genoa decide di fargli fare esperienza, all’estero: firma per il Monaco.

In Ligue 1 non smette di avere problemi fisici: prima al ginocchio, poi all’inguine. Ne risente il rendimento: nel 2018 solo 3 presenze, nel 2019 altrettante, resta fermo praticamente un anno a causa del Covid e nel 2020/2021 tocca le 16 presenze prima di un nuovo infortunio alla schiena. Che però gli permette comunque di avere la chiamata del Milan che lo preleva da Monaco e lo inserisce in rosa. Il calvario degli infortuni non si sa se è finito, di certo di buono c’è che da questa sera Pellegri è ufficialmente ritornato in Serie A. Per restarci.

88 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage