Violenze sessuali sui bimbi al centro sportivo delle Fiamme Gialle, brigadiere arrestato a Palermo

22 Settembre 2021

Ad accusare il brigadiere di 54 anni alcuni bimbi che avevano rivelato ai genitori abusi sessuali ai loro danni durante le attività sportive nel centro gestito dalla guardia di finanza del capoluogo siciliano. I poliziotti quindi hanno piazzato delle telecamere nel centro sportivo e negli spogliatoi dei ragazzini le cui riprese video avrebbero confermato gli abusi.

0 CONDIVISIONI

Abusi sessuali su almeno sette bimbi di età compresa tra i 9 e gli 11 anni, queste le pesanti accuse nei confronti un brigadiere della Guardia di finanza arrestato a Palermo dagli agenti della squadra mobile della polizia di stato per il reato di violenza sessuale su minori. Il caso risale allo scorso mese di agosto quando il militare delle fiamme gialle è stato bloccato in flagranza di reato in un centro sportivo gestito proprio dalle Fiamme gialle di Palermo. Su di lui erano già in corso le indagini della polizia quando il 12 agosto è scattato l’arresto grazie ad alcune telecamere nascoste piazzate dagli investigatori nel centro sportivo. La notizia però è stata tenuta riservata fino a ieri, quando l’accusa ha chiesto un incidente probatorio, in programma nei prossimi giorni.

Secondo quanto ricostruito oggi dal Giornale di Sicilia, ad accusare il brigadiere di 54 anni alcuni bimbi che avevano rivelato ai genitori abusi sessuali ai loro danni durante le attività sportive nel centro gestito dalla guardia di finanza del capoluogo siciliano. Gli abusi sarebbero avvenuti durante gli allenamenti della squadra di calcio dei più piccoli. Il brigadiere, che lavorava in servizio come centralinista, infatti era il mister della squadra.

A far partire le indagini condotte dagli investigatori della squadra mobile la denuncia della mamma di uno dei bimbi che sarebbero stati molestati dal cinquantaquattrenne. I poliziotti quindi hanno piazzato delle telecamere nel centro sportivo e negli spogliatoi dei ragazzini le cui riprese video avrebbero confermato gli abusi. L’arresto quando gli agenti, sospettando che il sottufficiale stesse per compiere altre violenze, sono intervenuti. Sette finora le vittime identificate ma altri 3 minorenni saranno ascoltati a breve e potrebbero fornire nuovi particolari sulla vicenda.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage