Ingmar Bergman, quali sono i suoi film più belli? Riscopriamo un maestro del cinema

Dopo la nostra scheda dedicata al cinema di Yasujiro Ozu, lasciamo il Giappone per l’Europa, più precisamente la Svezia, e ancor più nel dettaglio il lavoro di Ingmar Bergman: come si contraddistingue lo stile di questo regista e quali sono i suoi migliori film?

Autore di alcuni dei primi piani più belli della storia del cinema – un ‘marchio’, l’uso di questa inquadratura per sondare l’animo dei propri personaggi, che avrebbe segnato tutti i suoi lavori – Ingmar Bergman ha realizzato, nel corso di tutta la sua lunga carriera, opere dal forte impatto teatrale nelle quali il realismo si fonde col mondo dell’espressionismo, dei sogni e degli incubi, spesso venate da una forte consapevolezza metacinematografica e sempre interessate al rapporto tra finzione e verità, tra realtà e sua rappresentazione.

Intenso ed espressivo, Bergman inizia a formare il suo stile alla fine degli anni ’40 con Prigione (1948), forse il primo fra i suoi film importanti, cui seguirono successivamente i capolavori Il settimo sigillo (1956) e Il posto delle fragole (1957), quest’ultimo ‘rivisto’ recentemente in Lei mi parla ancora di Pupi Avati, forte omaggio al cinema bergmaniano. L’arte di Bergman, da qui in avanti, avrebbe assunto perfino maggiore intensità, con ogni immagine caricata di un significato, di una metafora, di un simbolo nascosto eppure evidente: fortemente legato ai suoi attori (specialmente donne), che sarebbero tornati di film in film (come Liv Ullmann e Max von Sydow), Bergman rielabora il kammerspiel della tradizione del cinema tedesco usandolo per isolare l’uomo dalla voce di Dio, il cui silenzio è un rumore straziante nella trilogia spirituale composta da Come in uno specchio, Luci d’inverno e Il silenzio, usciti tra il 1961 e il 1963.

La passione per il teatro e il mezzo cinematografico vengono poi esaltati in alcuni dei titoli più radicali della sua carriera, come Persona, Scene da un matrimonio, Sussurri e Grida e Fanny e Alexander, quest’ultimo premiato con quattro premi Oscar.

Per altri approfondimenti ricordiamo che da domani su Sky arriva Scene da un matrimonio, remake della serie tv/film di Bergman prodotto da HBO e con protagonisti Oscar Isaac e Jessica Chastain.

Fonte : Everyeye