IppocrateOrg, ecco chi sono i guru delle false cure sul Covid

Il Covid potrebbe essere “curato a domicilio e tutti possono guarire, se si segue fin dai primi giorni un protocollo che vede tra i suoi farmaci l’ivermectina, l’idrossiclorochina, il cortisone, l’eparina”. È quanto ha sostenuto Mauro Rango, uno dei fondatori dell’associazione IppocrateOrg, un movimento che raggruppa una rete internazionale di medici, ricercatori, operatori della sanità e del sociale, in occasione del “Primo Convegno Mondiale sulle Terapie Precoci per il Covid-19”, ospitato dal Senato a inizio settimana su iniziativa dalla senatrice della Lega Roberta Ferrero.
Come prevedibile, il convegno ha provocato reazioni scientifiche e politiche. Non sono infatti mancate polemiche su alcuni aspetti dell’iniziativa, soprattutto la riproposizione di cure domiciliari anti-Covid su cui nessuna agenzia regolatoria ha dato il via libera. Lo stesso ordine dei medici ha prontamente ribadito che le prescrizioni sono sottoposte ad una precisa regola deontologica: non si possono fare se non ci sono le prove di efficacia e di sicurezza. (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA – VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Chi c’è dietro al movimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: news di oggi 17 settembre. DIRETTA

Ma chi c’è dietro al movimento che è riuscito a farsi ospitare al Senato?
Come detto, uno dei fondatori di IppocrateOrg è Mauro Rango. Come lui stesso ha chiarito e come riportano fonti di agenzia, non si definisce un medico ma uno studioso di “scienze sociali e diritti umani”, che ha raccolto l’esperienza terapeutica “messa a punto presso le isole Mauritius”, dove ha vissuto durante la pandemia, “e quella di altri medici in Germania e in Italia in cui si era usata l’idrossiclorochina a domicilio e il plasma iperimmune in ospedale”. Rango ha spiegato di aver dato vita all’associazione Ippocrateorg, movimento “secondo cui il Covid è una malattia curabile, che non uccide” e che ha “messo a punto un approccio terapeutico che porta alla guarigione chiunque si ammali”.
Fanno parte del movimento anche Laura Campanelli, che come riporta un articolo del Corriere della Sera, “viene dal mondo della scuola” e si è “convertita alla virologia accanto al guru sin dai primi passi del movimento tra mail e social” e il gastroenterologo Fabio Burigana, in veste di direttore del comitato scientifico di IppocrateOrg, definito dalla fonte come “un indefesso apostolo della vitamina D”, che “accusa le società scientifiche di fare ciò che un tempo faceva il clero impedendo la lettura dei Vangeli”. Tra i guru del movimento, il Corriere della Sera cita anche Robert Malone che oltre ad essere etichettato dalla comunità scientifica “come un diffusore di fake news sul Covid e sui vaccini è stato anche costretto a ridimensionare la notizia che lo voleva inventore dei vaccini a mRNA”.

Fonte : Sky Tg24