Matrix Resurrection, Neil Patrick Harris interpreta una nuova versione dell’Architetto?

Il trailer ufficiale di Matrix Resurrections ha introdotto il personaggio di Neil Patrick Harris, uno psichiatra che ospita nel suo studio Neo (Keanu Reeves), lo ascolta e lo rassicura dicendogli che non è pazzo. Un franchise come quello di Lana Wachowski, tuttavia, sembra fatto apposta per instillare dubbi nella mente dello spettatore.

Viene così da pensare che quello psichiatra possa essere un personaggio già visto in passato, ripresentatosi in Matrix Resurrections in una nuova versione.

Stiamo parlando dell’Architetto, già interpretato da Helmut Bakaitis. Si tratta di un’entità artificiale, creata dalle macchine per aiutare a comprendere meglio la condizione umana. È una figura che in qualche modo si rifà a Dio, che non a caso nella Massoneria è definito “il Grande Architetto”.

Tra le coincidenze che portano a supporre che Neil Patrick Harris interpreti una nuova versione dell’Architetto, va detto che in Matrix Reloaded l’aspetto di questo personaggio è evidentemente ispirato a quello di Sigmund Freud, il padre della psichiatria. Inoltre, nel suo studio si vede un gatto nero, che in Matrix simboleggia il deja vu, o un problema tecnico nella Matrice.

Sono molte, in ogni caso, le domande a cui Matrix Resurrections dovrà rispondere. Si può pensare, per esempio, che l’Architetto possa sfruttare le sessioni di terapia per fornire a Neo nuove informazioni. Tutto sarà più chiaro dal 1° gennaio 2022, data prevista per l’uscita italiana di Matrix Resurrections.

Fonte : Everyeye