Esplosione a Torre Angela, scatta la raccolta fondi per aiutare una famiglia

L.N. 15 settembre 2021 17:19

Una raccolta fondi per aiutare Davide ed Emanuela, una giovane coppia con due figli, che ha visto la propria casa gravemente danneggiata nell’esplosione di Torre Angela. A lanciarla un gruppo di amici che, attraverso la piattaforma GoFoundme.com, hanno prefissato come obiettivo quello di mettere insieme 100mila euro perché così “ognuno con un piccolo gesto può davvero contribuire in modo significativo alla ricostruzione del nido d’amore della famiglia”.

L’iniziativa è stata avviara nel tardo pomeriggio di ieri, poche ore dopo l’esplosione dell’ultimo piano della loro palazzina in via Atteone. Il “botto” e l’incendio hanno distrutto tutti gli appartamenti dello stabile mettendo di fatto 12 persone, aiutate dal Campidoglio, in mezzo a una strada. Nell’esplosione, il padrone di casa dell’appartamento è stato portato in ospedale con ustioni sul 70% del corpo. 

L’uomo, 57 anni, è ricoverato al centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Sant’Eugenio. Altre due sono state le persone che hanno avuto bisogno di cure mediche, una coppia rimasta ferita dalla deflagrazione dell’appartamento. Le immagini, devastanti, hanno raccontato meglio delle parole la potenza della deflagrazione. 

“Ho acceso una sigaretta, poi è esploso tutto”. La mattinata di paura nella palazzina sventrata

L’esplosione ha reso inagibile non solo l’appartamento del 57enne affittuario all’ultimo piano, ma anche gli altri con i vigili del fuoco e i carabinieri di Tor Bella Monaca – che indagano – che hanno sigillato gli appartamenti non permettendo nemmeno di prendere alcuni effetti personali, come da prassi. Gli amici di Davide ed Emanuela, saputa la notizia, hanno così avviato l’iniziativa di solidarietà. 

“Davide ed Emanuela hanno due bimbe rispettivamente di 9 mesi e 6 anni, nel 2019 avevano deciso di sposarsi con data 25 aprile 2020 coronando il loro amore, ma come tutti sappiamo purtroppo a causa di questo maledetto virus Covid 19, che peraltro ha colpito tutto il mondo, hanno dovuto rinviare al 18 settembre 2021 il loro evento. Ieri, giorno dell’esplosione, era il 14 settembre 2021, ebbene sì solo a 4 giorni dal matrimonio”, scrivono gli amici della coppia: “Però noi il bicchiere lo vogliamo vedere mezzo pieno e non mezzo vuoto, ovvero la miglior notizia è che sono tutti sani e salvi compreso il piccolo cagnolino. Poteva davvero diventare non solo una notizia ma una tragedia”. Per adesso sono stati raccolti 3600 euro, l’obiettivo è raggiungere 100mila euro.  

Il link per le informazioni e per la raccolta fondi

incendio via Atteone-3

Fonte : Roma Today