A Settecamini la scuola è iniziata tra erba alta e giardini inaccessibili

Erba alta, aghi di pino non raccolti e giardini interdetti a causa dell’assenza di manutenzione durante il periodo di chiusura. Le due scuole di Settecamini, dell’Istituto Comprensivo di via di Casalbianco, nel IV Municipio, hanno accolto così i bambini e i ragazzi alla ripartenza del nuovo anno alle elementari e alle medie.

“I giardini sono giunge, facciamo tanta attenzione per proteggere i ragazzi dal Covid-19 e poi ci ritroviamo in queste condizioni di abbandono. È vergognoso che in questi mesi in cui le scuole sono state chiuse nessuno abbia ritenuto opportuno rendere agibili gli spazi esterni” ha commentato ai nostri taccuini Michela Esposito, candidata con Lega al consiglio del IV Municipio. 

La riapertura delle scuole ha riportato in superficie un altro disagio che, gli abitanti di Settecamini tra lockdown e chiusura estiva, avevano quasi dimenticato: il traffico. Già perché per uscire dal quartiere esiste una sola strada che nelle ore di punta  rende la viabilità un incubo. “Anche in questo caso, tutte le promesse sono state dimenticate un attimo dopo averle fatte” ha concluso Esposito. 

scuola-settecamini-02-2

 

Gallery

  • scuola-settecamini-02-2

Fonte : Roma Today