Foo Fighters, Dave Grohl: “Il nostro prossimo album potrebbe essere prog-rock”

Dave Grohl ha parlato del prossimo album dei Foo Fighters, dicendo che potrebbe anche essere «Un folle disco prog-rock». La crescita artistica della band che ha fondato nel 1995 come valvola di sfogo per il dolore della fine dei Nirvana e come modo per dimostrare a sé stesso che poteva tornare a fare musica ha portato i Foo Fighters a diventare una band universale.

Taylor Hawking, Nate Mendel, Chris Shiflet, Pat Smear e Rami Jaffee sono in grado di suonare qualsiasi cosa, e continuano a sorprendere i fan e il pubblico. Dopo un disco eclettico come Medicine at Midnight (che Dave Grohl aveva descritto come «Il nostro Let’s Dance» riferendosi al capolavoro pop di David Bowie) i Foo Fighters hanno fatto un omaggio ai Bee Gees con le cover fedelissime dei loro brani più famosi, da Night Fever a You Should Be Dancing fatte con l’album Hail Satin firmato con il nome di Dee Gees. Tutti si aspettavano una rivisitazione ironica delle hit disco dei Bee Gees, i Foo Fighters invece hanno  rispettato l’originale, evidenziando la qualità di scrittura delle canzoni dei fratelli Barry, Robin e Maurice Gibb.

«Ogni album che facciamo è una risposta a quello che abbiamo fatto prima» ha detto Dave Grohl in una recente intervista con Rolling Stone.

Parlando dei prossimi progetti, Dave ha detto che di solito tutto comincia con «delle voci, anzi dei sussurri». La band si ritrova nel suo quartier generale, Studio 606 di Los Angeles e comincia a pensare a quale direzione prendere: «Questa volta le voci dicono che potremmo muoverci verso la follia del prog-rock». 

Fonte : Virgin Radio