Metallica: ascolta Nothing Else Matters cantata da Dave Gahan dei Depeche Mode

Continuano ad uscire i singoli del progetto Metallica Blacklist, l’album che celebra i 30 anni del Black Album dei Metallica con una incredibile lista di collaborazioni e cover delle dodici canzoni originali reinterpretate da 53 artisti. Dopo Sad But True eseguita dal vivo in una intensa versione per piano e voce da Sam Fender è arrivata Nothing Else Matters cantata da Dave Gahan. I Depeche Mode hanno condiviso la traccia sul loro canale YouTube ufficiale.

«Il Black Album ha segnato il momento in cui l’esperienza Metallica è salita definitivamente ad un altro livello, anche grazie al tour di oltre trecento date  in tutto il mondo» hanno detto i Metallica presentando la riedizione rimasterizzata dell’album uscita il 10 settembre, e il box set con tre album live, 6 dvd, la riproduzione dei testi originali, un libro fotografico di 120 pagine e altre chicche per i fan.

Metallica Blacklist è invece un progetto straordinario che dimostra la forza universale di quelle canzoni, capaci di superare i confini dell’heavy metal che ha reso grandi i Metallica e di ispirare generazioni di musicisti.

«La tracklist di questo album  copre l’intero spettro di artisti che ammiriamo, con cui abbiamo diviso il palco in passato o che non erano neanche nati quando l’album originale è stato pubblicato» hanno detto i Metallica, «Volevamo dimostrare che la musica dei Metallica va oltre i generi, le distanze geografiche e le diverse culture. Siamo onorati che  artisti di questo calibro abbiano scelto di partecipare al progetto. Un album, dodici canzoni, possibilità illimitate».

I Metallica hanno detto di aver lasciato piena libertà di scelta agli artisti coinvolti nella scelta delle canzoni, senza preoccuparsi di avere più versioni dello stesso pezzo sull’album. Nothing Else Matters, la ballad scritta da James Hetfield, pubblicata come singolo il 20 aprile 1992, numero 11 in classifica in America e numero 6 in Inghilterra è infatti presente in ben dodici versioni sull’album (seguita da Sad But True e The Unforgiven con sette cover). La versione di Dave Gahan immerge nell’atmosfera elettronica dei Depeche Mode il testo e la melodia di James Hetfield e rinnova completamente uno dei pezzi più famosi dei Metallica

Fonte : Virgin Radio