Spider-Man: 3 film mai fatti di cui non avete mai sentito parlare, alcuni a dir poco folli

La seconda trilogia di Tobey Maguire e il The Amazing Spider-Man 3 con Andrew Garfield sono solo alcuni dei film di Spider-Man che non hanno mai visto la luce, e la storia del franchise ha origini che vanno molto più indietro nel tempo.

In questo articolo vedremo insieme quali sono i più famosi film di Spider-Man mai realizzati, alcuni dei quali letteralmente folli. Starà a voi dirci quali nella sezione dei commenti, dopo aver dato un’occhiata all’elenco qui sotto:

  • Lo Spider-Man fantasy-musical: Steven Krantz, che era stato uno dei produttori dell’iconica serie animata di Spider-Man del 1967, durante i primi anni ’70 ha provato a farsi finanziare un musical di Spider-Man, e ci fino al provò da arrivare a scrivere una lettera a Stan Lee nel 1975. Da questa lettera sono emersi i dettagli più succosi del progetto, con Krantz che menzionò Elton John e Mick Jagger come potenziali star. Fortunatamente, però, i piani di Krantz non si sono mai concretizzati e nel 1976 il produttore li rielaborò in qualcosa di un po’ più convenzionale. La sua nuova idea questa volta riguardava un film ispirato alla trama dei fumetti The Night Gwen Stacy Died, alla quale però Krantz voleva includere anche un robot alto 100 metri e un gruppo di nazisti. Insomma, “convenzionale” forse è dire troppo.
  • Spider-Man vs Doctor Octopus in Russia: all’inizio degli anni ’80, il maestro del cinema di serie b Roger Corman progettò di realizzare un film basato sul personaggio, con un trattamento della storia scritto nientemeno che dal leggendario Stan Lee. In molti modi, il film sarebbe stato un tradizionale racconto sulle origini di Spider-Man, con tanto di ragno radioattivo e morte dello zio Ben, la storia d’amore con Mary Jane Watson e il villain per eccellenza di Spider-Man, il dottor Otto Octavius ​​e i suoi arti robotici. Inoltre, per cavalcare le reali paure ed ansie dell’epoca, Lee aveva pensato anche di inserire una sottotrama legata ad un’incombente guerra nucleare con la Russia, che Spider-Man alla fine avrebbe impedito. Il progetto non andò molto lontano però, e alla fine morì nel 1985 quando i diritti cinematografici di Spider-Man andarono alla Cannon Films.
  • Spider-Man in versione horror: dalla succitata Cannon – che aveva acquistato i diritti cinematografici del supereroe Marvel per una cifra oggi ridicola, $225mila dollari – negli anni ’80 arrivò un altro tentativo di adattamento, a mani basse il più strano: in questo film, infatti, Peter Parker si sarebbe trasformato in un’enorme tarantola pelosa. Non a caso per la regia era stato contattato Tobe Hooper, l’autore di Non aprite quella porta, che di certo ne avrebbe tratto un film horror intenso e pieno di dettagli disgustosi, che però probabilmente non avrebbe fatto la gioia dei fan. Ma ad un certo punto intervenne Stan Lee, che riuscì a far rinsavire la Cannon e a far ingaggiare Ted Newsom e John Brancato per scrivere una nuova storia, molto più standard e con ancora Doctor Octopus come nemico. Vennero contattati Tom Cruise e Bob Hoskins come attori principali, ma nessuno dei due ha mai firmato il contratto prima che il progetto venne cancellato dopo che la Cannon entrò in crisi finanziaria.

Per altri approfondimenti, scoprite i piani originali per il film di Spider-Man di James Cameron con Leonardo DiCaprio, sviluppato negli anni ’90 appena prima della trilogia di Sam Raimi.

Fonte : Everyeye