Pinocchio, il film di Guillermo del Toro rimandato al 2022

Annunciato nel 2018, il film Pinocchio di Guillermo del Toro subirà un nuovo slittamento al prossimo anno. O almeno questo è ciò che sembra in base ad un tweet di Matt Neglia di Next Best Picture, che ha annunciato come sia stata presa la decisione di rinviare l’inizio della produzione del film, inizialmente prevista per quest’anno, al 2022.

Sebbene il giornalista non abbia specificato i motivi di questa scelta, alla base potrebbe esserci la volontà di del Toro e di Netflix di non affollare troppo la corsa per gli Oscar del regista, in uscita a dicembre con Nightmare Alley, che potrebbe risultare come uno dei titoli di punta della prossima Award Season. Pinocchio sarà ispirato a Frankenstein e Mussolini, due figure a loro molto importanti nell’immaginario popolare.

Netflix ha già confermato il cast per la versione di Pinocchio di Guillermo del Toro, con Gregory Mann che presta la voce al giovanissimo burattino di legno, e Ewan McGregor (Grillo Parlante), David Bradley (Geppetto), e altri grandi nomi come Tilda Swinton, Christoph Waltz, Finn Wolfhard, Cate Blanchett, John Turturro, Ron Perlman, Tim Blake Nelson e Burn Gorman.
La sinossi ufficiale del film racconta questa trama:“Ambientato durante l’ascesa del fascismo nell’Italia di Mussolini, Pinocchio – un musical diretto da del Toro e Mark Gustafson (Fantastic Mr. Fox), con la colonna sonora di Alexandre Desplat, è una storia d’amore e disobbedienza mentre Pinocchio lotta per essere all’altezza delle aspettative di suo padre”.

“Dopo anni passati a perseguire questo progetto da sogno ho trovato il mio partner perfetto in Netflix. Abbiamo speso molto tempo a curare il cast e una troupe straordinari e siamo stati benedetti dal continuo supporto di Netflix, che non ha perso un colpo. Amiamo tutti e pratichiamo l’animazione con grande passione e crediamo che sia il mezzo ideale per raccontare questa storia classica in un modo completamente nuovo” ha concluso il regista.

Fonte : Everyeye