I Weezer hanno pubblicato la loro versione di Enter Sandman dei Metallica. Ascoltala qui

I Weezer hanno pubblicato la loro cover del classico dei Metallica del 1991 “Enter Sandman“.

La canzone sarà contenuta nel maestoso nuovo album “The Metallica Blacklist“, un’incredibile celebrazione per i 30 anni del Black Album in uscita il prossimo 10 settembre. L’LP conterrà le rivisitazioni dei brani contenuti nell’album del 1991 da parte di 53 artisti, con i loro stili e le loro influenze. 

Ascolta la versione di Enter Sandman realizzata dai Weezer nel player in alto.

Il legame tra i Metallica e i Weezer potrebbe non essere così immediata, ma come dichiarato da Rivers Cuomo, la band di James Hetfield ha avuto un ruolo fondamentale durante la genesi dei Weezer: quando il frontman scrisse una delle prime tracce della band nel 1991, “Undone (The Sweater Song),” trovò quasi per caso una similitudine con uno dei brani dei Metallica.

Appena presi in mano quella chitarra acustica la prima cosa che suonai fu quel riff. Mi sembrò così classico, anche ora che la band ha iniziato a suonarlo. Solo anni dopo averlo scritto mi sono reso conto che era quasi un completo plagio di ‘Welcome Home (Sanitarium)’ dei Metallica.

Per festeggiare i 30 anni di un album che ha venduto 16 milioni di copie e cambiato il rock degli anni ’90 portando il suono e l’atteggiamento heavy metal estremo dei Metallica al numero uno in classifica in America, Inghilterra e in altri sei paesi nel mondo, i Metallica hanno annunciato anche una operazione straordinaria, The Metallica Blacklist.

Un album con 53 tracce reinterpretate da artisti di ogni genere ed epoca, cantautori, rapper, popstar, artisti country e di musica elettronica, rocktstar e punk rocker: un omaggio senza limiti e senza confini musicali, che dimostra l’influenza incredibile che il Black Album ha avuto su tutta la musica dal 1991 ad oggi. Gli artisti che partecipano a The Metallica Blacklist hanno scelto il loro brano preferito tra le dodici canzoni del Black Album e lo hanno reinterpretato secondo il proprio stile. La lista dei nomi è lunghissima: dall’alternative rock di Weezer, My Morning Jacket e St.Vincent al metal dei Ghost all’indie di Phoebe Bridgers e Mac De Marco al jazz di Kamasi Washington e al country di Jason Isbell, fino ad una superband composta da Elton John, Miley Cyrus, Robert Trujillo e Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers che hanno già registrato una versione di Nothing Else Matters con il rapper WATT e il virtuoso violoncellista cinese Yo-Yo Ma.

Tutti i guadagni di The Metallica Blacklist verranno devoluti dai Metallica ai progetti sostenuti dalla loro fondazione benefica, All Within My Hands, scelti personalmente da ognuno dei 53 artisti. Una celebrazione del potere delle influenze nell’evoluzione della musica stessa, che arriva da una delle rock band più grandi di sempre. I Metallica hanno detto: «The Metallic Blacklist nasce con l’idea di attraversare un’incredibile vastità di generi musicali, generazioni, culture e continenti. Volevamo comprendere tutti, dagli artisti con cui abbiamo diviso il palco nel corso degli anni a quelli che non erano ancora nati quando è uscito l’album originale. Ognuno di loro è chiamata a dare la propria interpretazione di un pezzo dal Black Album»

Fonte : Virgin Radio