Eliminato anche il beach volley: la pallavolo azzurra si incaglia ai quarti di finale

Matteo Marchetti, inviato a Tokyo 04 agosto 2021 17:34

Poco più di ventiquattro ore da dimenticare per la pallavolo italiana. Ieri l’eliminazione della squadra maschile, oggi in rapida successione anche quella femminile indoor e il beach volley, con gli azzurri Daniele Lupo e Paolo Nicolai, hanno salutato le Olimpiadi. Per tutti si è rivelato insuperabile lo scoglio dei quarti di finale, anche se per la coppia della sabbia l’ostacolo era davvero durissimo: i portacolori del Qatar (ma africani di nascita) Cherif-Amed in testa al ranking mondiale. Gli azzurri devono dunque dire addio alla possibilità di difendere l’argento conquistato a Rio De Janeiro nel 2016, ma escono dalla competizione a testa altissima, dopo aver giocato una grande gara persa 2-0 con i parziali di 21-17 e 21-23.

“C’è mancato qualche dettaglio – sono le parole dei due italiani – e i nostri avversari sono stati bravi a metterci in difficoltà con il servizio. Non hanno trovato molti ace diretti ma la loro battuta ci ha spesso costretti a giocate complicate. Però adesso è ancora troppo presto per un’analisi dettagliata, parliamo solo di sensazioni. Siamo delusi, ma c’è poco che cambieremmo guardando indietro”.

E ancora: “Peccato perché la nostra Olimpiade è stata ottima, fino a oggi non avevamo perso neanche una partita giocando sempre ad alto livello, senza mai accusare cali evidenti. Siamo scesi in campo da coppia matura, consapevoli che si potesse ottenere qualcosa di grande. La sconfitta non cancella il percorso fatto in questi anni”. Un percorso che sicuramente proseguirà con nuovi obiettivi. “Parigi 2024? Certamente ci saremo. Ma prima abbiamo gli Europei e il prossimo anno i Mondiali in Italia. Poi ci riproveremo con le Olimpiadi. Non molliamo niente”.

Fonte : Today