Canarie: le dieci spiagge più belle e nascoste

Playa de Sotavento, Fuerteventura – Un tratto di sabbia dorata lungo nove chilometri che con la bassa marea si trasforma in una laguna cristallina. A Playa de Sotavento il sole permanente e le enormi piscine naturali create dal vento ne fanno un luogo di interminabili passeggiate e la spiaggia prediletta dagli appassionati di windsurf e kitesurf. Si trova a Costa Calma, sulla costa sudorientale di Fuerteventura, all’interno del Parco naturale di Jandia.  

Charco Azul, El Hierro – È uno dei posti più caratteristici e spettacolari in cui potersi tuffare. Situata nella baia di El Golfo, a El Hierro, si tratta di una piscina naturale di origine vulcanica immersa dalle acque dell’oceano. L’accesso a Charco Azul è consentito solamente a piedi, tramite un pontile che conduce direttamente alla roccia. Un luogo isolato, rilassante e pieno di energia.

La Concha, Fuerteventura – Sempre a Fuerteventura, la spiaggia di La Concha è uno spettacolo di sabbia bianca e acque cristalline che termina con una scogliera naturale a forma di cavallo. Si trova nella cittadina marinara di El Cotillo, nel nord-est dell’isola. Da visitare la sera, quando durante il crepuscolo il cielo si tinge da ocra a violetto nel giro di pochi minuti.

Playa Güi Güi, Gran Canaria – La meta ideale per sportivi e amanti della natura. Per accedere alla spiaggia di Güi Güi è necessario affrontare una lunga camminata che parte dal villaggio di Tasártico o arrivare in barca dal molo di Mogán. Nei mesi estivi, il litorale si riempie della sabbia fine propria del terreno vulcanico e con il bel tempo, dalla riva, è possibile scorgere la sagoma del Teide, il monte più alto della Spagna.

Playa de Echentive, La Palma  – Tra le spiagge più giovani dell’isola, si è formata nel 1971 dopo l’eruzione del vulcano Teneguía. Nel paesaggio che circonda il litorale della spiaggia di Echentive si nascondono diverse pozze naturali in cui è possibile fare il bagno anche nei giorni di mare mosso. Della stessa località fa parte la Fuente Santa, una sorgente di acque curative che si può raggiungere tramite i percorsi attorno alla spiaggia.

Playa de Nogales, La Palma – Montagne, sentieri e paesaggi di origine lavica. La spiaggia di Nogales racchiude in sé l’essenza dell’isola di La Palma. Situata nella località settentrionale di Puntallana, è circondata da una natura selvaggia e protetta da una scogliera che si affaccia sull’Atlantico. Caratteristica principale è la sabbia nera che durante il giorno cambia colore manifestandosi in toni azzurri e grigi. 

Las Conchas, La Graciosa – La Graciosa, vicino a Lanzarote, è l’isola meno abitata di tutto l’arcipelago. Qui, nella zona nordest, si trova Las Conchas, un tesoro di sabbia dorata e gradazioni di azzurro. Si può raggiungere facilmente, a piedi o in biciletta, partendo dal centro abitato passando per un sentiero con una favolosa vista sugli isolotti di Montaña Clara e Alegranza. 

Caleta del Mero, Lanzarote – È situata nel Comune di Haría, a nord di Lanzarote, in un’area composta da dune di sabbia bianca che accompagnano i visitatori fino alla riva. Si trova accanto alle spiagge di Las Cocinillas e Caletón Blanco, raggiungibili in pochi minuti. È possibile campeggiare a Caleta del Mero grazie ad un permesso del Cabildo de Lanzarote e trascorrere giornate di puro relax in compagnia del mare e della natura incontaminata. 

Playa de Antequera ad Anaga, Tenerife – Si nasconde tra i paesaggi del Parco Rurale di Anaga, in una delle zone più profonde di Tenerife. È una delle spiagge più difficili da raggiungere: l’unico modo per arrivare a Playa de Antequera è a piedi seguendo un tragitto di tre ore che parte da Igueste de San Andrés. L’alternativa è accedervi via mare.

Playa de Benijo, Tenerife – Solitudine, serenità e bellezza. Benijo è il punto d’arrivo di un percorso costeggiato da piante di alloro che si spegne nelle acque dell’Atlantico. Durante l’estate i granelli di sabbia vulcanica si ingrandiscono con l’arrivo della bassa marea e nelle giornate prive di vento fare il bagno in compagnia delle rocce che emergono dal mare è un’esperienza unica.

Per maggiori informazioni: www.ciaoisolecanarie.com
 

Fonte : TgCom