Mercato NBA, Chris Paul resta ai Phoenix Suns: giocherà (almeno) fino a 40 anni

Come da pronostico, quello di CP3 è stato un no che aveva il sapore della riconferma: rinunciare a una player option da 44.2 milioni di dollari per legarsi ben più a lungo con i Suns e portarne a casa 120. Un affare per l’All-Star di Phoenix che, al termine di una delle migliori stagioni della sua carriera e quella in cui è andato più vicino a conquistare il titolo NBA – fermato in finale dai Milwaukee Bucks dopo essere passati in vantaggio sul 2-0. Un contratto arrivato nonostante l’infortunio al polso sinistro che non sembra creare grossi problemi a CP3, una conferma della bontà del lavoro fatto alla guida di un roster giovane che dipende – molto – dalle sue giocate. Una decisione attesa, andata nella direzione immaginata da tanti, ma che lascia in parte sorpresi per la durata dell’accordo: un contratto da 120 milioni di dollari per altre quattro stagioni. Chris Paul dunque sarà sotto contratto fino a 40 anni, riuscendo a bypassare la cosiddetta over 38 rule – che in teoria non permetterebbe di firmare un rinnovo così lungo a un giocatore così avanti con l’età. Un bel colpo per CP3 che, qualora dovesse arrivare al termine del suo contratto, chiuderà la carriera con circa 450 milioni di dollari complessivi di ricavi da stipendi.

Fonte : Sky Sport