Vaccinati e non: numeri a confronto

Redazione 31 luglio 2021 15:35

Qual è l’efficacia dei vaccini contro il covid? Quanti sono i decessi e i ricoveri di persone non vaccinate? Domande che, mentre infuria il dibattito tra no-vax e pro-vax, iniziano ad avere delle risposte dai dati dell’Istituto superiore di Sanità. Secondo i numeri dell’Iss, la vaccinazione completa ha un efficacia contro il decesso del 96%, oltre a prevenire l’ospedalizzazione. Inoltre, nell’ultimo mese  circa il 70% dei decessi e dei ricoveri in rianimazione causati dal coronavirus riguardavano persone a cui non era stato somministrato il siero anti-covid.

Vaccinazione completa efficace al 96% contro il decesso

Da quanto riporta l’Iss nell’ultimo aggiornamento del report ‘Epidemia Covid-19’, l’efficacia complessiva della vaccinazione con doppia dose nel prevenire “l’ospedalizzazione è al 95%, i ricoveri in terapia intensiva è al 97,2%, il decesso è al 96,4%, l’infezione è all’88%”. Lo evidenzia le stime di “efficacia vaccinale nel periodo dal 4 aprile (approssimativamente la data in cui la vaccinazione è stata estesa alla popolazione generale) al 25 luglio (per fascia di età)”.

Come funzionno i vaccini Pfizer e Moderna, spiegato facile

Decessi e ricoveri in rianimazione: 7 su 10 sono non vaccinati

Negli ultimi 30 giorni, sottolinea l’Istituto, “il 33% di diagnosi, il 71% di ricoveri in terapia intensiva e 69% di morti tra chi non ha ricevuto dosi”. Il report evidenzia anche che “al 29 luglio l’85% degli ‘over 80’ è stato vaccinato”. (segue) Al 29 luglio, in Italia, “il 90,6% degli ultraottantenni in Italia ha completato il ciclo vaccinale previsto con diciannove Regioni e province che hanno raggiunto una copertura vaccinale superiore all’80% in questo gruppo di età. Nelle fasce di età 70-79 anni e 60-69 anni la copertura vaccinale completa si attesta rispettivamente con due dosi è intorno al 84,3% e 74,7%”, evidenzia il report.

Razza: “In Sicilia l’80% dei ricoverati non è vaccinato”

“L’impegno che il governo della Regione e tutto il sistema sanitario ha messo in atto per andare incontro il più possibile alle esigenze dei cittadini deve farsi che per ogni siciliano la vaccinazione venga vissuta come dovere civico”. Lo ha detto a Catania l’assessore alla salute della Regione Siciliana Ruggero Razza. “In questo momento – ha aggiunto – in Sicilia in degenza ordinaria ci sono oltre 200 persone. di queste l’80,4 per cento non e’vaccinata. In terapia sub-intensiva ci sono oltre 50persone, Di queste l’82 per cento non e’vaccinato. In terapia intensiva ci sono 34 persone di queste l’88, 5 per cento non e’vaccinato. Complessivamente oltre l’80 per cento della popolazione ospedalizzata non si e’sottoposta nemmeno ad un ciclo di vaccinazioni”.

Fonte : Today