Fulmine Jacobs: record italiano in batteria dei 100 metri con 9.94

Matteo Marchetti, inviato a Tokyo 31 luglio 2021 14:20

Fulmine Jacobs: vince la sua batteria dei 100 metri in 9.94 e conquista il nuovo record italiano. Ma soprattutto ai Giochi di Tokyo lascia una grande impressione, candidandosi a un posto fra i migliori. Meglio non sbilanciarsi oltre, ma se riuscirà a ripetersi domani in semifinale allora potrebbe esserci anche Marcel a lottare nel gruppo dei primissimi. «Dico la verità, non pensavo di essere andato così forte» spiega sorridendo. Ancora: «Ho fatto più fatica del solito, ma è arrivato comunque un ottimo tempo e sono in grande forma. Sono uscito bene dal blocco, poi però ho proseguito con dei passi troppo ampi e non sono riuscito a trovare quella frequenza che normalmente mi permette di ottenere l’accelerazione giusta. Domani cerchiamo di migliorare, si tratta di dettagli».

Ha dominato la sua batteria Jacobs e nel finale, ormai certo della vittoria, è sembrato addirittura gestire per conservare energie che saranno utilissime fra poche ore. «L’obiettivo principale era correre bene e possibilmente vincere la batteria per qualificarsi e avere una buona corsia in semifinale. E’ andata alla grande, benissimo così».Guardando le altre batterie a destare un’impressione simile a quella di Marcel è stato Andre De Grasse, capace del miglior tempo in 9.91. «Lui non sbaglia mai un colpo, dal 2015 è sempre sul podio, sappiamo bene che sarà fra quelli da battere».

Quando gli si chiede di che crono possa servire per andare a medaglia l’azzurro svia il discorso. «Non ne ho la più pallida idea. Magari fra qualche ora cambiano tutte le condizioni. I 100 metri sono fatti così, imbrocchi la partenza perfetta e fai tutta un’altra gara. Cosa servirà lo scopriremo solamente in pista».

In semifinale domani ci saranno due italiani: Filippo Tortu con 10.10 ha ottenuto uno dei tre tempi utili per il ripescaggio.

Fonte : Today