Flixbus investe sui viaggi in Sud America

Aperta una sede a San Paolo per iniziare a fornire servizi di trasporto in Brasile. E in Italia punta sulle città d’arte per valorizzare il territorio

Flixbus misuraUn nuovo paese si aggiunge ai piani di espansione di FlixBus, che punta ad allargare il suo servizio di trasporto di passeggeri in autobus per la mobilità extraurbana in Brasile, dove i legislatori federali ha adottato provvedimenti di liberalizzazione del settore per un mercato più aperto alla concorrenza. Un team guidato dal direttore Edson Lopes ha già preso sede a San Paolo, dove punta ad aprire le prime tratte già entro la fine dell’anno, collegando le principali città come Rio De Janeiro e la stessa metropoli paulista. Il piano di allargamento globale della rete gioca una parte importante nel finanziamento di oltre 650 milioni di dollari raccolto a inizio giugno nell’ultimo round di serie G.

Oltre a mettere piede per la prima volta in Sud America, la startup tedesca ha iniziato a circolare con i propri mezzi in Scozia, aggiungendo i collegamenti per Edimburgo e Glasgow alle altre città già connesse nel Regno Unito. Da Londra a Cardiff, da Bristol e Manchester, sono 40 le città servite sul suolo britannico, dove FlixBus punta a diventare leader di mercato entro il 2025. Ancora maggiori le ambizioni sugli Stati Uniti, che secondo i piani dovranno diventare il primo mercato per FlixBus entro il 2023. Già da inizio luglio FlixBus ha incrementato la rete nazionale a 12 nuove città tra Georgia, Alabama, Mississippi, Carolina del Nord e del Sud, ramificandosi ulteriormente nell’area sud-orientale del paese.

E in Italia? A sei anni dal suo arrivo, FlixBus ha consolidato l’offerta verso le città d’arte, i territori più insoliti o inesplorati e le località meno frequentate, da Udine a Siena e Perugia fino alla Sila e l’entroterra siculo. La formazione di itinerari nuovi, dedicata a medi e piccoli centri del Paese, intende “promuovere il territorio creando valore aggiunto per le comunità e incentivare, presso i viaggiatori, la scelta di soluzioni di trasporto sostenibili per scoprire il Paese: questa rimane la nostra priorità in Italia”, spiega Andrea Incondi, direttore di FlixBus Italia. La strategia punta a incentivare una valorizzazione più equa del patrimonio nazionale e un decongestionamento dei flussi di visitatori, in ottica di sostenibilità, accanto alle mete estive tradizionalmente più esplorate come Romagna, Salento e Ponente Ligure.

Fonte : Wired