Anche Vettel protesta contro le leggi anti Lgbt in Ungheria: “Inaccettabili”

29 Luglio 2021

Dopo Lewis Hamilton anche Sebastian Vettel protesta contro le leggi anti Lgbt presenti in Ungheria. Il pilota della Aston Martin si è presentato al circuito con delle scarpe arcobaleno e ha detto: “È imbarazzante per un Paese dell’Unione Europea far passare misure del genere. Non capisco perché non lascino la gente libera di fare quello che sente e che vuole”.

3 CONDIVISIONI

Sono i due piloti più vincenti di questa generazione Lewis Hamilton e Sebastian Vettel e i due in comune non hanno ‘solo’ talento e vittorie, ma anche le battaglie che vivono in primo piano per i diritti civili. Il pilota della Mercedes quando è sbarcato in Ungheria in una stories postata su Instagram, dove è molto attivo e ovviamente molto seguito, ha scritto: “Voglio condividere il mio supporto a chi è colpito dalla legge anti-LGBTQ+ promulgata dal governo. È inaccettabile, codardo e fuorviante da parte di chi guida il Paese suggerire una legge del genere”. Così netto senza giri di parole l’inglese, che è stato imitato dall’ex pilota della Ferrari, sempre in prima linea e parlando delle leggi anti-LGBTQ+: “È imbarazzante per un Paese dell’Unione Europea far passare misure del genere”.

Le scarpe arcobaleno di Vettel

Sebastian Vettel, che lo scorso novembre in occasione del Gran Premio di Turchia sul casco scrisse un messaggio in favore delle miorenze, a Budapest si è presentato con delle scarpe bianche che avevano ben in vista i colori arcobaleno e ha confermato, anche se non ce ne fosse bisogno, che è un uomo che guarda al di là della pista e che soprattutto non ha paura di esporsi. Il pilota della Aston Martin ha dichiarato: “È imbarazzante per un Paese dell’Unione Europea far passare misure del genere. Non capisco perché non lascino la gente libera di fare quello che sente e che vuole”.

Meritano applausi Hamilton e Vettel che fanno sentire la propria voce e parlano senza paura e senza problemi di temi importanti, hanno coraggio e non hanno paura anche delle tante polemiche che si generano attorno alle loro parole. Lewis e Sebastian stanno segnando una strada non solo nella Formula 1.

3 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage