Pietralata, ora si passa anche dalla complanare di via dei Monti Tiburtini

Un’altra apertura si aggiunge all’elenco delle nuove strade previste dallo SDO – Sistema Direzionale Orientale. Questa volta, l’apertura al traffico riguarda la complanare di via dei Monti Tiburtini, a Pietralata. “Abbiamo lavorato veramente tanto per sbloccare questa situazione incancrenita” ha commentato Linda Meleo, assessora alle Infrastrutture di Roma Capitale.

Dal 2019 tagli di nastro per il progetto urbanistico integrato che interessa l’area a ridosso della via Tiburtina, nel territorio del IV Municipio. Ad avviare la stagione delle inaugurazioni delle strade dello SDO è stata Virginia Raggi, – nel febbraio di due anni fa – insieme all’allora minisindaca Roberta Della Casa, in via Morello per il senso unico da via Galantara a via Meda. Stessa storia a luglio del 2019 per il tratto di strada tra via dei Durantini e via Cave di Pietralata. A febbraio scorso, hanno aperto al transito via della Lignite a senso unico di marcia in direzione di via Pietralata, via Lise Meitner, la strada vicina al Parco Pertini percorribile in un unico senso di marcia e via dell’Antracite. Infine, via Giuseppe Fava, la strada utilizzata dagli abitanti dell’Area residenziale del Comparto G, posta alle spalle di via dei Monti Tiburtini.

“Questa complanare, oltre a fluidificare il traffico, servirà anche ad accedere al cavalcavia su via dei Monti Tiburtini e il sottopasso in prossimità di via dei Durantini, per il quale sono in fase di realizzazione le paratie – ha concluso Meleo dalla sua pagina Facebook – Da area di fatto abbandonata, abbiamo recuperato tutto quanto era necessario per chiudere questo cantiere e trasformare concretamente questo spazio che ha grandi potenzialità per lo sviluppo della nostra città”.

Dello stesso avviso Roberta Della Casa che ha aggiunto: “Lo sblocco di queste opere è stato possibile grazie al grande impegno di questa Amministrazione che ha approvato e finanziato una variante che consentirà il completamento del progetto nell’arco di circa 2 anni”.

Fonte : Roma Today