L’autopsia su Raffaele Cutolo: morto per cause naturali. L’avvocato: “Cadeva sistematicamente dal letto”

28 Luglio 2021

Raffaele Cutolo è morto per cause naturali. Nonostante le patologie croniche accumulate negli anni, come spiegato dall’avvocato Gaetano Aufiero, non c’è stata la revoca del 41 bis. Nella perizia del medico legale sono raccolti gli ultimi mesi di vita di un uomo morto mentre era sottoposto al regime del carcere duro.

33 CONDIVISIONI

Raffaele Cutolo

«Basta leggere la relazione autoptica che contiene la descrizione di tutte le patologie e quanto successo negli ultimi mesi, per rendersi conto che hanno lasciato al 41bis un uomo in quelle condizioni». Gaetano Aufiero è l’avvocato che si è battuto fino all’ultimo per far morire a casa o senza il regime del 41bis Raffaele Cutolo. Non un detenuto comune, ma il fondatore della Nuova Camorra Organizzata. Sono stati diversi i tentativi, spiega l’avvocato a Fanpage.it, per cercare almeno di ritirare quel regime di carcere duro. Ma quali erano queste condizioni di salute, descritte nella relazione autoptica?

«È stato lasciato al 41bis fino alla morte, forse anche dopo, visto che alla moglie sono stati concessi 5 minuti per vederlo, senza autorizzarla a mettere un fiore sul corpo del marito. Leggere che si trattava di un uomo che cadeva sistematicamente dal letto – spiega l’avvocato Aufiero – o che non aveva cognizione esatta del mondo che lo circondava o in cui viveva e prendere atto che nonostante tutto ciò, la perizia  è precisissima, al di là delle patologie polmonari, il diabete, varie patologie di carattere fisico, ma soprattutto mi riferisco al deficit mentale, cognitivo, ricordarmi tutto questo leggendo la perizia, dei rigetti, mi fa interrogare ancora sul sistema del 41bis. Non sto parlando di libertà. Dal momento che revocando il 41bis rimarrebbe detenuto, perché lasciare una misura che va a colpire la pericolosità? Serve a prevenire la pericolosità di un soggetto».

Raffaele Cutolo, va precisato, è morto per cause naturali, spiega ancora l’avvocato. Aveva mille patologie. «Queste condizioni e soprattutto il deficit mentale negli ultimi mesi di vita che aveva, non hanno impedito però di mantenere quel 41bis». Raffaele Cutolo è morto nel carcere di Parma il 17 febbraio 2021. Il suo ritorno a Ottaviano è avvenuto di notte in una città blindata. Il funerale si è svolto la sera stessa dell’arrivo del feretro, è durato poco e si è svolto in forma privata.

Leggi anche

La situazione di mercoledì 7 luglio sul Coronavirus in Campania

33 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage