Come pulire il ventilatore: rimedi naturali

In estate il ventilatore è uno strumento molto utilizzato, ideale per dare sollievo dal caldo e dall’umidità. Tuttavia è molto importante dedicargli una pulizia mirata e costante.

Il ventilatore, infatti, accumula polvere, sporco e batteri, che vengono poi diffusi nell’aria e respirati da chi si trova nella stanza, diventando potenzialmente dannosi per la salute, soprattutto per le persone allergiche. E’ dunque importante apprendere come pulire al meglio il ventilatore, a piantana o a soffitto, ma anche a colonna o da tavolo. 

Come pulire il ventilatore

Prima di pulire il ventilatore si raccomanda di staccare la spina della corrente. Poi si procede smontando le varie parti. I ventilatori tradizionali sono solitamente dotati di due griglie, una anteriore e una posteriore, fissate tra loro da una o due viti, che si dovrebbero trovare nella parte alta e nella parte bassa del ventilatore (ma potresti trovarne anche 4 laterali). Utilizzare quindi un cacciavite per svitare le viti della griglia metallica, poi staccare delicatamente l’elica del ventilatore, così che sarà più semplice da lavare, e procedere con la sua pulizia. 

Si consiglia di utilizzare un panno in microfibra o uno spolverino cattura polvere per eliminare lo sporco e la polvere in superficie. Poi, con un panno imbevuto in acqua e aceto, pulire la griglia, l’elica, i pulsanti, e tutte le altre parti del ventilatore. Meglio evitare i cav e la spina. Mi raccomando: il panno deve essere leggermente inumidito e non bagnato, poiché c’è il rischio che rilasci eccessiva acqua sul ventilatore, rovinandolo.

Dopo aver pulito l’intero ventilatore, passare un panno pulito per asciugare e concludi rimontando il tutto.

Alternative all’aceto

Se per qualsiasi motivo non si volesse utilizzare l’aceto, quest’ultimo può essere sostituito da sapone di Marsiglia o da succo di limone e bicarbonato. Per eliminare l’odore forte dell’aceto, invece, è possibile usare degli oli essenziali, come quelli di eucalipto o di lavanda.

Per quanto riguarda i ventilatori da soffitto, la procedura di pulizia è leggermente diversa. Staccare sempre la corrente elettrica prima di pulire il ventilatore, poi utilizza uno spolverino in microfibra con prolunga telescopica, che renderà più facile eliminare polvere e sporco superficiali. In caso di sporco ostinato, utilizza un panno umido per pulirlo e uno pulito per asciugarlo. 

Questo metodo semplice non richiederà più di pochi minuti e ci assicurerà aria fresca e pulita per tutta l’estate.

Fonte : Roma Today