Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 23 luglio 2021: 5.143 contagi e 17 morti. Aumentano i ricoverati

Coronavirus, il bollettino del ministero della Salute di oggi venerdì 23 luglio 2021 fa registrare 5.143 nuovi casi e 17 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 237.635 tamponi antigenici e molecolari con il tasso di positività che si attesta al 2,16%. Ieri erano stati accertati 5.057 contagi su circa 220mila test. Insomma, l’epidemia non rallenta. Anzi. Continua la crescita dei ricoverati con sintomi (+70 da ieri), il dato positivo è il calo delle terapie intensive (-3). Gli ingressi nei reparti di area critica nelle ultime 24 ore sono stati 10. 

Rispetto alla scorsa settimana i contagi sono praticamente raddoppiati.

Casi tra lunedì e venerdì

  • questa settimana: 20.089
  • scorsa settimana: 9.928
  • due settimane fa: 5.181

Intanto stando al monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità sull’andamento epidemiologico Covid-19, relativo al periodo 12-18 luglio, l’indice RT è salito a 1,26. Sono 19 le Regioni a rischio moderato e 2 a basso rischio (Basilicata e Valle d’Aosta), nessuna Regione si trova sopra la soglia critica sia nelle terapie intensive che nei ricoveri ordinari. 

Coronavirus: il bollettino di oggi venerdì 23 luglio 2021

In basso i dati aggiornati sulla situazione epidemiologica al 23/07/2021 e la tabella (anche in Pdf) della Protezione Civile.

  • Nuovi casi: 5.143
  • Totale casi: 4.307.535
  • Tamponi (antigenici e molecolari): 237.635
  • Attualmente positivi: 58.752 +3.886
  • Ricoverati con sintomi: 1.304 +70
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 155 (-3)
  • Ingressi in terapia intensiva: 10
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 17
  • Totale deceduti: 127.937
  • Totale Dimessi/Guariti: 4.120.846, +1.239

bollettino oggi 23 luglio 2021-2

Il bollettino integrale in PDF di oggi 23 luglio

Regioni – totale casi, attuali e incremento

  • Lombardia: 848.281 (7.729) (691)
  • Veneto: 431.333 (8.958) (669)
  • Campania: 428.519 (7.844) (261)
  • Emilia-Romagna: 390.389 (3.906) (474)
  • Piemonte: 364.338 (1.414) (140)
  • Lazio: 352.791 (5.827) (854)
  • Puglia: 254.747 (1.976) (131)
  • Toscana: 247.617 (3.372) (470)
  • Sicilia: 237.902 (6.903) (484)
  • Friuli Venezia Giulia: 107.467 (364) (56)
  • Marche: 104.669 (1.615) (106)
  • Liguria: 104.357 (714) (117)
  • Abruzzo: 75.634 (1.092) (62)
  • P.A. Bolzano: 73.614 (261) (30)
  • Calabria: 69.970 (2.091) (107)
  • Sardegna: 59.497 (2.739) (261)
  • Umbria: 57.499 (943) (129)
  • P.A. Trento: 46.134 (286) (54)
  • Basilicata: 27.187 (561) (18)
  • Molise: 13.858 (117) (17)
  • Valle d’Aosta: 11.732 (40) (12)

Bollettino coronavirus di oggi 23 luglio, i contagi nelle regioni

Sono 691 i nuovi casi di Covid-19 in Lombardia, a fronte di 36.163 tamponi effettuati, per un tasso di positività dell’1,9%. Nelle ultime 24 ore si è registrato un decesso, che porta il totale dei morti in Lombardia da inizio pandemia a 33.815. Aumentano i pazienti ricoverati nei reparti Covid ordinari, dove ci sono 142 persone, 7 più di ieri; mentre diminuiscono quelli in terapia intensiva, 27, uno meno di ieri.

Nessun decesso e 16 nuovi positivi al Covid in Valle d’Aosta che portano il totale complessivo dei pazienti colpiti da virus da inizio emergenza 11.732. I positivi attuali sono 40, tutti in isolamento domiciliare, non risultano, infatti, pazienti ricoverati in ospedale. 

In Piemonte sono stati rilevati 140 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 19 dopo test antigenico), pari allo 0,7% di 18.879 tamponi eseguiti, di cui 15.597 antigenici. Dei 140 nuovi casi, gli asintomatici sono 55 (39,3%). I ricoverati in terapia intensiva sono 3, invariati rispetto ieri. ricoverati non in terapia intensiva sono 47, in calo di 5 unità rispetto a ieri. 

In Veneto sono stati accertati 669 i nuovi positivi, in aumento i soggetti attualmente positivi e in isolamento, 8.958 (+316). La notizia positiva è il calo dei ricoveri nei reparti di area medica (-5), stabile invece il numero di pazienti in terapia intensiva (18). Il governatore Zaia ha precisato in conferenza stampa che “su 16 ricoveri in terapia intensiva solo uno è vaccinato”, si tratta di “un 54enne con una sola dose di vaccino, gli altri tutti non vaccinati. Non faccio la promozione al vaccino – ha sottolineato – ma dico come stanno le cose: ad oggi i dati epidemiologici del Veneto dicono che su 160 pazienti ricoverati e valutati sono non vaccinati 144, vaccinati con una dose 16, con due dosi 0”. 

In Emilia Romagna si registrano 474 casi in più di cui 100 nel bolognese (città, provincia e circondario imolese) su un totale di 21.511 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,2%. Dei nuovi contagiati, 116 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 156 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 192 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 30 anni. 

In Toscana sono 470 i nuovi casi Covid su 6.853 tamponi molecolari e 5.844 tamponi antigenici rapidi, di questi il 3,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 3.372, +15,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 98 (8 in più rispetto a ieri), di cui 12 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi non si registrano nuovi decessi. L’età media dei 470 nuovi positivi odierni è di 32 anni circa (30% ha meno di 20 anni, 39% tra 20 e 39 anni, 23% tra 40 e 59 anni, 6% tra 60 e 79 anni, 2% ha 80 anni o più).

In Umbria si registrano 129 casi su 1.840 tamponi molecolari e 3.033 antigenici, con un tasso di positività che passa dall’1,41% di ieri al 2,64%. In aumento il numero delle persone in isolamento che ora sono 929 (+109), mentre nei ‘Covid Hospital’ umbri sale a 14 (+2) il totale dei ricoverati e ne resta ancora uno in terapia intensiva.

Nel Lazio si registrano 854 nuovi casi positivi (+62 rispetto a ieri) e 1 decesso (dato stabile). Aumentano purtroppo i ricoverati con sintomi (+33, per un totale di 183 pazienti), 30 le persone in terapia intensiva (+1). Il rapporto tra positivi e tamponi è al 8,2% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,8%. A Roma i contagi sono stati 544.

Oggi in Abruzzo si registrano 62 nuovi contagi da Coronavirus, 33 guariti e un decesso, un uomo di 79 anni della provincia di Teramo. Al momento, 19 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 1 (invariato rispetto a ieri con nessun nuovo ingresso) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.072 (+27 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Sono 131 i nuovi casi Covid rilevati in Puglia, secondo il bollettino epidemiologico regionale del 23 luglio 2021. Ad oggi sono 246.107 i pazienti guariti mentre salgono a 1.976 i casi attualmente positivi (+45 rispetto al giorno prima). Il saldo dei ricoverati aumenta di 3 unità a 89.

Sono 261 i nuovi casi di coronavirus emersi ieri in Campania dall’analisi di 7.275 tamponi molecolari. I nuovi decessi registrati nelle ultime 48 ore sono 5, mentre sono 2 i decessi avvenuti in precedenza ma registrati ieri. In Campania sono 11 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 189 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

In Calabria sono 107 i nuovi contagi registrati (su 2.072 tamponi effettuati), +65 guariti e 5 morti (per un totale di 1.244 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +37 attualmente positivi, +34 in isolamento, +3 ricoverati e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 5). 

Sono 484 i nuovi casi Covid individuati in Sicilia su 15.413 con un tasso di positività del 3,1%. Sul fronte vaccini dopo l’annuncio del green pass obbligatorio in Sicilia le prenotazioni sono aumentate del circa 10%. Sul versante ospedaliero invece non si registra nessun nuovo ingresso in terapia intensiva nelle ultime 24 ore e i posti occupati diventano 21 (-1 rispetto a ieri). Salgono invece i ricoveri nei reparti ordinari, dove al momento si trovano 172 persone (+14 rispetto a ieri). Due invece i decessi.

Fonte : Today