Roma, 1-0 alla Triestina in amichevole: decide un gol di Zalewski

TRIESTINA-ROMA 0-1

49’ Zalewski

ROMA PRIMO TEMPO: Fuzato; Reynolds, Ibanez, Kumbulla, Tripi; Bove, Villar; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

ROMA SECONDO TEMPO: Fuzato, Karsdorp, Ibanez, Smalling, Kumbulla; Bove (83′ Ciervo), Diawara; Perez, Zalewski, El Shaarawy; Mayoral.

Terza amichevole e terza vittoria per la Roma di José Mourinho. Al Nereo Rocco i giallorossi, dopo Montecatini e Ternana, battono anche la Triestina di Cristian Bucchi. Un test speciale, il primo visibile a stampa e pubblico dopo che l’allenatore portoghese aveva blindato le prime due uscite stagionali della sua squadra. Decisivo per il successo finale un gol a inizio ripresa di Nicola Zalewski, il trequartista 2002 tra i protagonisti di questo inizio ritiro. Mourinho, a Trieste, ha dovuto fare a meno di Rui Patricio, Veretout e Darboe. Assenze cui si è aggiunta quella last minute di Mancini, fermato da una gastroenterite e in panchina con Mou per tutta la partita. Conferme per il 4-2-3-1 visto anche nell’ultimo test. Tra i pali Fuzato, davanti a lui una linea a quattro con Reynolds, Ibanez, Kumbulla e Tripi. A centrocampo Bove e Villar con il ritorno di Zaniolo a destra dal primo minuto. A completare la trequarti dietro l’unica punta Dzeko, Mkhitarian e Pellegrini.

Pellegrini torna capitano. Scintille tra Zaniolo e Lopez

Il numero 7, alla prima convocazione dopo l’infortunio al flessore che lo ha costretto a saltare l’Europeo, si è ripreso anche la fascia da capitano che contro la Ternana era tornata sul braccio di Edin Dzeko a 184 giorni dall’ultima volta con Fonseca. Grande voglia di incidere per Nicolò Zaniolo, nervoso per i tanti falli subiti e protagonista anche di un battibecco nel primo tempo. Il classe ’99, prima dell’intervallo in cui è stato sostituito da Carles Perez, ha avuto un diverbio con l’ex Lecce Walter Lopez. L’uruguaiano, dopo un fallo al limite dell’area, lo ha colpito con il pallone sulla schiena: da qui la reazione del giovane giallorosso, andato faccia a faccia con il difensore provocando l’intervento dei compagni di squadra. La partita era ancora sullo 0-0. Alla fine, a deciderla, ci ha pensato Zalewski, il più rapido a ribadire in porta una conclusione di El Shaarawy. La prossima amichevole è in programma domenica 25 luglio a Frosinone contro gli ungheresi del Debrecen.

Fonte : Sky Sport