Addio Skype, con l’arrivo di Windows 11 lascia il campo a Teams

Con il nuovo sistema operativo Microsoft, il software per videochiamate non sarà più nell’elenco delle applicazioni pre-installate sui dispositivi prodotti dall’azienda. Potrà ancora essere scaricato da Microsoft Store, mentre sarà il suo successore Teams a essere direttamente disponibile

Si sta per chiudere una pagina nella storia della tecnologia: a breve potremmo dire addio a Skype. Microsoft ha presentato nelle scorse ore il nuovo sistema operativo Windows 11, mostrandone il design rinnovato e il nuovo menu Start. Tra le modifiche più significative, ha attirato l’attenzione la scelta dell’azienda d’informatica di eliminare Skype dai programmi pre-installati sui dispositivi Microsoft.

Spazio a Teams

Sarà ancora possibile scaricare Skype dal Microsoft Store, mentre sarà direttamente utilizzabile un altro software per chat e videochiamate: Microsoft Teams. Verrà anche eliminata Meet Now, funzione lanciata lo scorso anno che permetteva di partecipare alle riunioni su Skype senza dover effettuare l’accesso o aprire il programma. Le modifiche sembrano far parte del piano di Microsoft per spingere sempre più utenti Skype ad abbandonarlo per Teams, come già si vociferava da tempo, dopo che il sito Windows Latest – specializzato nel fornire notizie sui prodotti e i dispositivi Microsoft –

La prima versione di Skype è stata lanciata nell’agosto 2003. Nel 2011, al momento del suo acquisto da parte di Microsoft – per 8,5 miliardi di dollari – contava 663 milioni di utenti registrati a livello mondiale. Negli ultimi anni Skype non ha retto il confronto con programmi rivali, come Zoom, Microsoft Teams e Google Meet, su cui i suoi vecchi utenti si sono riversati.

Fonte : Sky Tg24