“Lasciate Jeff Bezos nello spazio”: la petizione viaggia sul web e raccoglie 100mila firme

Gi.An. 24 giugno 2021 16:56

La data è stata fissata da tempo: il 20 luglio, fra meno di un mese quindi, Jeff Bezos, patron di Amazon e secondo uomo più ricco del mondo, andrà nello spazio con la navetta di Blue Origin, società creata in competizione con Elon Musk e inaugurando, di fatto, l’epoca del turismo spaziale (perlomeno per chi ha qualche milione di dollari da spendere). Se un posto per viaggiare al suo fianco è stato venduto all’asta a 28 milioni di dollari, sul web hanno cominciato a spuntare a destra e a manca petizioni che chiedono di lasciare Bezos sullo spazio.

La petizione per lasciare Jeff Bezos nello spazio

Ad oggi, sono state raccolte più di 100mila firma. Di queste petizioni, quella di maggior successo è stata lanciata su Change.org. “I miliardari non dovrebbero esistere – scrive uno dei firmatari – né sulla Terra, né nello spazio ma, se dovessero decidere per quest’ultimo, dovrebbero restare lì”.

Come noto, Bezos partirà il 20 luglio con il fratello Mark, con loro ci saranno due passeggeri di cui non è stata ancora rivelata l’identità. Uno di loro, appunto, ha comprato il biglietto all’asta per 28 milioni di dollari. Il volo suborbitale durerà in tutto poco più di 10 minuti, un vero e proprio balzo fino a oltrepassare la linea di Karman, che idealmente separa l’atmosfera terrestre dallo Spazio. Qualche minuto in microgravità prima di ricadere verso la Terra appesi al paracadute e atterrare nel deserto dopo aver scritto un’importante pagina nella storia delle conquiste spaziali.

I voli suborbitali rappresentano una nuova frontiera dei voli spaziali, ora aperti anche ai privati cittadini, con una media di circa 200-250mila euro a biglietto. Oltre a Blue Origin – che ha bruciato tutti sul traguardo – anche Virgin Galactic e la stessa SpaceX sono in dirittura d’arrivo per iniziare a vendere i loro voli spaziali a passeggeri paganti.

[embedded content]

Fonte : Today