Luca, i doppiatori raccontano: “Ecco com’è stato lavorare in piena pandemia”

Da qualche giorno è disponibile in streaming su Disney+ Luca, l’ultima fatica targata Pixar, e forse qualche spettatore si è già cimentato nelle trenette al pesto di Giulia Marcovaldo. Essendo stato realizzato in gran parte durante il lockdown, il lavoro dei doppiatori si è svolto più nelle loro case che nei Pixar Animation Studios di Emeryville.

Il cast vocale di Luca ha raccontato così come è stato lavorare al servizio del regista Enrico Casarosa e registrare la maggior parte dei dialoghi in remoto.

Jacob Tremblay, voce del protagonista Luca, in realtà ha iniziato a registrare le sue parti prima dell’inizio della pandemia. “Sono stato davvero fortunato, e ho potuto entrare nello studio Pixar a San Francisco. È davvero fantastico lì. Ma poi è arrivato il Covid e inizialmente avremmo dovuto registrare a casa mia, ma poi i piani sono cambiati e alla fine sono riuscito ad andare in uno studio a Vancouver.”

Jack Dylan, che presta la voce ad Alberto, ha invece dovuto lavorare da casa sua. “Ho iniziato a registrare praticamente appena è iniziato il lockdown” ha raccontato. È stato divertente, in realtà. I ​​miei vicini probabilmente non l’hanno trovato divertente, perché ho urlato nel mio studio per un sacco di tempo. Probabilmente hanno pensato che fossi pazzo.”

Anche Jim Gaffigan, che interpreta il padre di Luca, ha dovuto ricorrere allo smart working, e i doppiatori non si sono praticamente mai incontrati di persona durante la produzione. Il risultato, in ogni caso, è una grande chimica tra tutti i personaggi, proprio come se avessero recitato fianco a fianco.

Fonte : Everyeye