Castel Madama piange Luigi Piselli, era stato assessore comunale

Ma.Cif. 22 giugno 2021 17:48

Castel Madama in lutto per la morte di Luigi Piselli, ex assessore comunale. Struggente il ricordo del Comune empolitano della provincia nord est della Capitale che si unisce al dolore della mamma, degli altri famigliari e degli amici. 

“Nessuno potrà mai dimenticare la generosità, l’impegno e l’amore che ha sempre dimostrato per il nostro paese”, il commosso messaggio degli amministratori comunali appena appresa la triste notizia. Assessore alla cultura e allo sport dal 2001 al 2006, Luigi Piselli ha ideato e ridato vita alle tradizioni di Castel Madama con Oliolive ma sopratutto con il Palio Madama Margarita che ha fatto rinascere dopo diversi anni. “Pensava prima agli altri poi a se stesso – sottolinea il vicesindaco Federico Pietropaoli – basta pensare a tutto quello che ha fatto con l’associazione L’albero della vita per i bambini malati oncologici. Ma anche a tutte le attività e le manifestazioni organizzate per i più piccoli. E’ una grande perdita per Castel Madama e per tutti noi”. 

Stroncato da un male incurabile contro il quale si stava battendo da tempo, appresa la notizia della perdita di Luigi Piselli decine sono stati i messaggi di cordoglio e vicinanza di amici e conoscenti: “Te ne sei andato nel giorno del Solstizio d’estate, in quel giorno in cui il sole ci illumina per più tempo – lo ricorda l’ex assessore alla cultura al Comune di Tivoli Riccardo Luciani – . Quanti bei ricordi di te che mi insegnavi a girare la colla da parati per andare ad attaccare i manifesti mentre ascoltavamo Battisti sulla tua Polo grigia con l’adesivo dei 270 bis attaccato dietro. Poi i campi politici estivi, le conferenze, le decine di iniziative che abbiamo intrapreso. La volta che festeggiammo Lollo appena eletto in Provincia, in un maneggio agli Altipiani di Arcinazzo. Ed infine la Lazio, le volte che mi hai portato allo stadio e quel ricordo di quando io corsi da Nedved e Nesta per un autografo e tu rimanesti al tuo posto. Ti chiesi: “come mai?” E tu: “sono uomini come noi, nè più nè meno. Tifo innanzitutto per la maglia” Ti saluto con le parole di Morsello, quando ricordandoci che per i nostri valori non siamo uomini d’oggi, ci ricorda che le nostre sconfitte ed in questo caso la tua, ci servirà per un vincere più grande. Ti ho voluto bene Pisolo”.

“Noi non strilliamo lo sfogo di tutti, noi vi doniamo la nostra sconfitta per un vincere più grande”, il ricordo di Daniele Pinti, ex consigliere comunale nel VI Municipio delle Torri. Ed ancora: “La tua dipartita ci lascia inermi e senza forza – il ricordo di Christian Evangelisti – . Quella.forza che te, fino alla fine ci hai dimostrato ancora una volta…una vita in prima fila la tua. Buon viaggio, per la trasferta dell’eternità. Rip Pisolo”. “Ciao caro Gigi, Ti ho voluto tanto bene – il pensiero di Claudio Orlandi -. Quel troppo bene che non mi ha fatto trovare il coraggio in questi giorni. Sei stato un leone. Un leone come pochi. E adesso Rum e cola per tutti”. 

Fonte : Roma Today