I tormentoni dell’estate: la nostra Top 5

Se fino a qualche anno fa l’estate italiana ribolliva di ritmi latini che arrivavano dall’altra parte dell’oceano o tutt’al più dalla vicina Spagna, regalando una stagione d’oro ad artisti-lampo dal nome ormai quasi dimenticato come gli Aventura – i primi a sdoganare la bachata nel nostro Belpaese con ‘Obsesion’ – o Lou Bega con la sua unica hit ‘Mambo No. 5’, oppure spalancando le porte a cantanti che solitamente hanno sempre aspettato i 30 gradi per rinverdire il loro repertorio (dando il cambio a Michael Bublé) – tra cui Enrique Iglesias, Luis Fonsi fino al più ‘novello’ Alvaro Soler -, adesso il tormentone abbiamo imparato a farcelo in casa. E a puntarci non sono soltanto i soliti dal reggaeton facile.

Sempre più cantanti e addirittura cantautori si mettono in gioco nella bella stagione, sperando di piazzare la loro canzone estiva in classifica e campare sereni fino al panettone. Testi poco impegnativi, quasi d’obbligo le parole “mare”, “spiaggia” e “mojito”, fantasie bollenti neanche troppo velate. Il sound spagnoleggiante continua a farla da padrone, ma dall’altra parte l’ondata rap e reggae fa il suo. A vincere quest’anno, però, sono dei completi ousider. 

Non classificati

Per la serie ‘tutti fanno il tormentone estivo’, quest’anno nello studio di registrazione hanno messo piede personaggi totalmente estranei al mondo musicale. Da Antonella Mosetti con ‘Viva l’estate’ a Giacomo Urtis e la sua ‘Gossip’, fino a ‘L’estate più calda’ dell’ex gieffino Pierpaolo Petrelli feat. Giorgina. Più che cantanti influencer (e nemmeno tutti) che possono contare su fandom più o meno potenti, ma mai potranno competere con i loro colleghi per un giorno. Incommentabili è l’unico commento possibile. 

Fuori dalla top 5

Tanta la carne al fuoco questa estate, molto probabilmente risultato di oltre un anno di pandemia che ha fatto venir voglia anche ai meno avvezzi di salire sulla giostra dei tormentoni. Non rientrano nella nostra Top 5 ma meritano comunque un posto in classifica Emma Marrone e Loredana Bertè con ‘Che sogno incredibile’, reggae fresco e coinvolgente – seppur non sfrenato ma più melodico – valorizzato dalle loro voci esplosive che insieme sono La Musica. A seguire Aka 7even con ‘Loca’ e Rocco Hunt feat Ana Mena con ‘Un bacio all’improvviso’, che regalano i due ‘soliti’ da ballare fino a settembre. Non è andata come previsto a Giusy Ferreri, che si è rivolta ancora una volta a due fuoriclasse come Takagi e Ketra, ma niente a che vedere con ‘Amore e Capoeira’ del 2018. ‘Shimmy Shimmy’, questo il titolo della canzone, è deludente e a parte qualche venatura orientale non ha niente di così originale da restare in testa. 

La Top 5 di Today

Dai ritmi latini al reggae, senza tralasciare le tinte più tipicamente anni ’60. Tutto rigorosamente made in Italy. Ecco la nostra classifica. 

5 – ‘Makumba’. Noemi e Carl Brave

Coppia inedita e vincente. ‘Makumba’ potrebbe passare in sordina se confrontata con l’esplosività dei pezzi rivali, ma ha ritmo, conquista già dal primo ascolto e “manda fuori di testa” come “quella mezza tresca” che ognuno avrà da ricordare. La voce di Noemi e il rap gentile di Carl Brave sono il valore aggiunto.

[embedded content]

4 – ‘Malibu’. Sangiovanni

Testo scialbo (ma appunto prerogativa quasi fondamentale per un tormentone) e forse troppo teen, il timbro di Sangiovanni però è il trionfo dell’originalità insieme al sound di ‘Malibu’, irresistibile. In vetta alle classifiche già da oltre un mese, promette di restarci per tutta l’estata. Meritatamente. 

3 – ‘Pistolero’. Elettra Lamborghini

Elettra e il resto scompare. A più di un anno dalla sua ultima hit (invernale), la popstar-ereditiera torna con il tormentone estivo che ci si poteva aspettare soltanto da lei. Dal testo scialbo di Sangiovanni si passa direttamente al demenziale, ma alla regina nostrana del twerking non si chiede altro che il trash. E ci si lascia travolgere volentieri.

[embedded content]

2 – ‘Mohicani’. Boomdabash e Baby K 

Vincenti già sulla carta, la canzone è una bomba come questo featuring. ‘Mohicani’ è un concentrato di allegria dai toni giamaicani e di sano buonumore canterino, in perfetto stile reggae. Non ci si poteva aspettare diversamente da veterani come loro, che nelle ultime estati hanno sfornato una hit dietro l’altra. Sono i nostri Luis Fonsi e Daddy Yankee.

[embedded content]

1 – ‘Mille’. Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti

Il trio delle meraviglie. Da un’idea (geniale) di Fedez, che ha messo insieme l’enfant prodige del glam rock tricolore e una delle colonne portanti della canzone melodica italiana, ecco Il Tormentone dell’estate 2021. ‘Mille’ è la vittoria delle contaminazioni di casa nostra, con rap e pop-rock che spianano la strada a un ritornello anni ’60 pronto a colpire anche i più nostalgici senza fargli rimpiangere ‘Tintarella di luna’. Un’esplosione di sonorità travolgenti e un testo che fa quello che deve fare. Restare fisso in testa. 

[embedded content]

Fonte : Today