Municipio VI: Fabrizio Compagnone vince le primarie: “Ora coesi per conquistare il ballottaggio”

È finita con la vittoria di Fabrizio Compagnone la corsa a tre degli aspiranti candidati alla presidenza del sesto municipio. Ai nostri taccuini, il capogruppo in carica del Partito democratico di viale Cambellotti, ha commentato a poche ore dal risultato elettorale: “Premiato il lavoro di squadra svolto sul territorio in questi anni, grazie ai 54 volontari che hanno reso possibile questa grande festa democratica”.

In sesto municipio si sono recati ai gazebo 1760 votanti che con tessera elettorale, carta di identità e due euro, hanno espresso la preferenza tra una rosa di nomi composta da Fabrizio Compagnone, Alessandra Laterza (con Giovanni Caudo Sindaco) e Amedeo Febi (Liberare Roma). Compresi i 46 votanti on line, le preferenze di Compagnone si attestano su 1312, 349 quelle di Laterza e 84 per Febi.

È ancora frastornato Fabrizio Compagnone quando lo raggiungiamo al telefono per commentare la prima fase di una vittoria che non è ancora definitiva e che vede la grande prova nella competizione elettorale del prossimo ottobre quando la sinistra, unita, dovrà battere nelle urne il centrodestra e il M5s. “Domenica abbiamo respirato un clima di serenità, di condivisione con una festa e un confronto democratici, frutto di un lavoro di ristrutturazione del partito che in questi ci hanno visto tutti coinvolti” ha detto.

Non pensa che partite svantaggiati? “Se dicessi il contrario non sarei corretto e onesto con i lettori. Ma è altrettanto vero che siamo una squadra coesa con tante energie giovani, che stanno mettendo in campo voglia, idee e progetti per il territorio. Credo che la partita sia ancora aperta e tutta da giocare. Questo Municipio nel passato ha regalato sorprese elettorali, adesso tocca a tutti noi mettere in campo forza e progettualità convincente per riconquistare il Municipio, con impegno e dedizione. Perché ‘Ora è Futuro’”.

Raggi e la sua campagna elettorale nelle periferie. Tor Bella Monaca è ancora roccaforte grillina? “Credo che Raggi e Romanella abbiano ampiamente fallito anche nel nostro territorio. Molte persone sono sfiduciate e si sono allontanate dal Movimento. Stanno provando a recuperare una parte del consenso perso ma credo che il tempo sia finito e tra un po’ i cittadini saranno chiamati a indicare con il voto che dovrà governare la città, e per il sindaco uscente sarà dura raccogliere voti anche nei nostri quartieri. Ancora di più per Romanella, poiché sembra che anche parte della sua stessa maggioranza non voglia che si ricandidi e questo dice tutto”.

Con lo sguardo verso le comunali ha precisato: “Ci dovrà essere un lavoro coeso per arrivare al ballottaggio e conquistare la fase successiva. Consentitemi di ringraziare ancora una volta i volontari che hanno tenuto attivi 18 gazebo su tutto il territorio. Adesso avanti con le proposte della nostra campagna” ha concluso.

Fonte : Roma Today