Paul WS Anderson: 5 film da guardare per riscoprire il regista di Monster Hunter!

Dei tre Anderson registi più famosi Paul William Scott è decisamente quello meno amato dalla critica: il regista di Monster Hunter non ha certo le velleità autoriali dei più quotati Wes e Paul Thomas, ma la cosa non gli ha impedito di mettere in curriculum un numero decisamente niente male di successi al botteghino.

Quali sono, dunque, i film da recuperare per avere un’idea più precisa del lavoro svolto dal cineasta britannico? Il pensiero va subito alla saga di Resident Evil, con un occhio di riguardo al primo capitolo che l’anno prossimo compirà ben 20 anni: pur non avendo mai brillato per fedeltà all’opera originale, infatti, i film con Milla Jovovich sono diventati a loro modo iconici e vantano un buon numero di fan in giro per il mondo.

Il 2004 fu invece l’anno di Alien vs Predator, primo capitolo del crossover tra due delle saghe fantascientifiche più amate della storia del cinema: il film che vede scontrarsi in Antartide due delle razze aliene più feroci dell’universo conta, inoltre, sul nostro Raoul Bova come protagonista. Nel caso aveste voglia di un peplum appassionante e non necessariamente accurato dal punto di vista storico potreste invece rivolgervi a Pompei, annata 2014, con un cast composto da Emily Browning, Kiefer Sutherland, Carrie-Ann Moss e dalla star di Game of Thrones Kit Harington.

Ma facciamo un salto indietro nel tempo e torniamo al 1994, anno in cui il nostro fa il suo esordio dietro la macchina da presa con Shopping: nei panni dello spericolato Billy, ragazzo londinese appena uscito di galera e dedito al ram-raiding, troviamo qui un Jude Law poco più che ventenne. Nell’anno in cui abbiamo assistito all’arrivo della nuova trasposizione della storica e violentissima saga videoludica, inoltre, potrebbe essere una buona idea dare un’occhiata al primo (criticatissimo) film su Mortal Kombat datato 1995.

Avete già visto uno o più di questi film? Pensate di recuperarne qualcuno? Diteci la vostra nei commenti! Qui, intanto, vi lasciamo la nostra recensione di Monster Hunter.

Fonte : Everyeye