Gassmann sostiene la patrimoniale, è polemica: “Chi ha molto deve dare a chi è in difficoltà”

R.M. 13 giugno 2021 12:01

La patrimoniale torna a infiammare il dibattito politico e non solo. Una proposta di legge, temutissima dai più abbienti, che mira a istituire un’imposta sui beni mobili e immobili, depositata da Sinistra Italiana in Cassazione con il nome di ‘Next Generation tax’. 

Quando si parla di tasse, si sa, la bufera è dietro l’angolo ed è bastato un tweet di Alessandro Gassmann a far esplodere quella social. “In momenti difficili, chi ha molto, può, e secondo me dovrebbe, dare a chi è in maggiore difficoltà” ha scritto l’attore, aggiungendo: “Nel nostro Paese, chi da anni è in maggiore difficoltà, sono i giovani”. Un tweet che ottiene consensi: “Dovrebbe essere scontato che chi è stato bravo e fortunato e ha molto dia qualcosa per aiutare chi è in difficoltà – ha commentato un utente – Temo che, purtroppo, non sia così e la gente guardi quasi esclusivamente a se stessa”. In effetti non sono in pochi i contestatori, soprattutto quelli che mettono l’accento su un altro aspetto, ovvero la disoccupazione. “Devono dargli lavoro e dignità non soldi e pantofole”, “L’ideale non sarebbe dare ai giovani lavoro invece di soldi?”, “I giovani hanno bisogno di lavoro (equo e non sfruttamento) e null’altro. Se dai loro la possibilità di lavorare potranno costruire la loro vita”, si legge tra i commenti.

gassmann weet 2-2

gassmann tweet-3

Bufera su Gassmann: “Ma lui non si rifiutò di accogliere un profugo siriano?”

Non mancano, poi, gli avversatori dell’attore che fanno dura opposizione a prescindere. Cogliendo la palla al balzo, qualcuno tira fuori un servizio de ‘Le Iene’ di qualche anno fa, quando Filippo Roma chiese a Gassmann di ospitare a casa un rifugiato. “Quando l’attore radical per convenienza vuole nuove tasse. Ma lui non si rifiutò di accogliere un profugo siriano?” chiede ironico l’utente, ritwittato centinaia di volte.

Fonte : Today