5G, Draghi dà accesso a nuove frequenze. Andranno ad aziende, porti, ospedali

Nuove frequenze 5G a disposizione degli operatori. La strategia del comitato interministeriale apre a nuove risorse di banda. Sembra questo l’orientamento da parte del Governo Draghi nel quadro del PNRR, che per lo sviluppo del 5G mette a disposizione 2 miliardi di euro, nell’ambito della transizione digitale con il coordinamento del ministro Vittorio Colao lo scorso 25 maggio.

Dei 2 miliardi in arrivo dal Recovery Plan, un miliardo verrà destinato ad incentivare la realizzazione del 5G nelle aree “a fallimento di mercato” che verranno definite dopo la conclusione della mappatura in corso e attesa entro giugno. 600 milioni saranno destinati alla realizzazione del backhauling in fibra su circa 10mila chilometri di strade extraurbane altamente trafficate. Altri 420 milioni saranno messi a disposizione dell’iniziativa europea dei corridoi transfrontalieri 5G.

Per le modalità di assegnazione, saranno privilegiati operatori come aziende, fabbriche, porti, ospedali e utilities. Saranno infatti dedicate a servizi privati, nell’ampio spettro delle possibilità offerte dalle infrastrutture di rete di ultima generazione.

Fonte : Affari Italiani