Via Stilicone, conclusa l’isola pedonale. Per panchine e ping pong appuntamento a settembre

Il primo passo per il rilancio di via Flavio Stilicone è stato effettuato. La strada, una delle principali arterie del popoloso quartiere di Don Bosco, è stata pedonalizzata. Gli operai hanno terminato di sistemare il nuovo lastricato e da venerdì 9 agosto la nuova isola pedonale è stata aperta al pubblico.

Il ruolino di marcia

“Siamo stati rallentati dai sabotaggi e dalla necessità di cordinare le attivita di tutte le società che qui avevano programmato interventi sulla rete dei sottoservizi – ha spiegato Monica Lozzi, presidente del Municipio VII  – però avevamo promesso ai residenti di aprire l’isola pedonale entro metà agosto, ed ora l’abbiamo fatto”. Mancano però tutti quegli aspetti che renderanno l’area, duecento metri di una delle vie più trafficate del quartiere, come “il salotto urbano” di Don Bosco.

A settembre pronto il salotto urbano

Per i tavoli da ping pong in muratura, le panchine ed i tavolini bisognerà attendere settembre. “Abbiamo già ordinato tutti gli arredi” ha annunciato la presidente Lozzi “successivamente Acea sistemarà una fontanella, poichè in un’area pedonale è necessario disporne. E sempre Acea si è presa l’impegno di ridipindeger tutti i lampioni presenti. Inoltre le alberature tagliate saranno sostituite e quelle presenti potate”. Sono previsti anche interventi sull’impianto di illuminazione che, ha fatto sapere l’assessore ai Lavori Pubblici del Municipio VII, sarà potenziato.

Un volano per il commercio

“Il nostro interesse – ha chiarito la presidente Lozzi – non è soltanto quella di creare un’area pedonale. Abbiamo infatti pensato che realizzarla potesse contribuire a far rivivere anche il commercio della zona, creando occupazione per i giovani”. Sulla strada infatti affacciano i negozi di proprietà dell’INPS le cui saracinesche abbassate, negli anni passati, avevano contribuito ad alimentare il fenomeno delle occupazioni abusive. “Siamo riusciti a farli liberare con una battaglia avviata durante la passata consiliatura – ha ricordato Lozzi – anche perchè erano in molti casi diventati luoghi deputati allo spaccio ed alla prostituzione”. E visto che l’ente previdenziale ha avviato una dismissione del proprio patrimonio immobiliare, una strada riqualificata può rendere più appetibile, sul mercato, l’acquisto di questi negozi. 

Controllo elettronico e partecipazione 

La pedonalizzazione di via Stilicone ed in futuro anche la sua trasformazione nel “solotto urbano” di Don Bosco, ha quindi anche la funzione di contrastare il degrado ed eventuali attività criminali. “Abbiamo ottenuto tutti i pareri necessari all’installazione di videocamere” ha fatto sapere la minisindaca, a conferma della volontà di rilanciare la strada, anche attraverso la partecipazione. “Abbiamo previsto di lasciare al suo interno anche uno spazio per gli eventi del quartiere – ha fatto sapere l’assessore Salvatore Vivace, assessore ai lavori pubblici del Municipio VII – inoltre abbiamo previsto, in collaborazione con l’istituto Sant’Alessio, dei percorsi adatti ai non vedenti e delle mappe tattili che inseriremo nei due principali accessi all’isola pedonale”.

Gli interventi contro gli allagamenti

Accorgimenti importanti sono stati previsti, in fase di progettazione, anche per evitare possibili allagamenti. “Abbiamo dedicato una particolare attenzione – ha fatto sapere Vivace – allo smaltimento delle acque piovane, attreverso un sistema che prevede tre livelli”. Delle griglie sono state collocate lungo tutto il perimetro della piazza e si vanno ad affiancare a quelle, più comuni e di forma quadrata, che sono state posizionate lungo l’isola pedonale. “E’ stato realizzato anche un  massetto drenante che consentirà il percolamento d’ una parte delle acque”. La pioggia non sarà quindi un problema per via Flavio Sticone. La strada, da settembre, cambierà definitivamente pelle. Intanto però è diventata un’isola pedonale. 

Fonte : Roma Today