Quanto era alto Bud Spencer? Storia di un gigante del cinema italiano

All’anagrafe Carlo Pedersoli, classe 1929, ma dopo il suo arrivo nel cinema italiano, tra spaghetti western e commedie d’azione o anche sci-fi ricche di humor e ovviamente botte da orbi, l’ex-nuotatore professionista venne conosciuto e nominato da tutti come Bud Spencer, nome americano da lui stesso scelto per un aplomb diverso oltreoceano.

La carriera di Pedersoli cominciò infatti come sportivo, quando verso la metà degli anni ’40 si affermò ai campionati italiani di nuoto nello stile libero e anche nelle staffette miste, entrando anche nella storia essendo stato il primo nuotatore italiano a infrangere la barriera del minuto netto nei cento metri libero. La carriera da nuotatore professionista proseguì fino agli anni ’50, quando partecipò ai Giochi del Mediterraneo vincendo anche due medaglie.

La sua corporatura massiccia e statuaria, alto 1 metro e 92 centimetri per 125 kg, venne presto notata dall’ambiente cinematografico, partecipando inizialmente a diversi film come Quel fantasma di mio marito, Quo Vadis e a Un eroe dei nostri tempi di Mario Monicelli. Continuò parallelamente la sua carriera sportiva, partecipando anche alle Olimpiadi di Roma nel 1960 per poi arrivare a dedicarsi completamente al cinema e alla tv una volta incontrato Mario Girotti in arte Terence Hill, con cui recitò per la prima volta nel mitico Dio perdona… io no! di Giuseppe Colizzi.

Bud Spencer si è spento all’età di 76 anni nel giugno del 2016.

Fonte : Everyeye