Risse e aggressioni nella notte degli Europei di Roma

AGI – Movida violenta a San Lorenzo e a Campo de’ Fiori, al centro di Roma, nella serata della partita degli Europei tra Italia e Turchia allo stadio Olimpico.

E, proprio nel corso della partita, i poliziotti del commissariato Prati hanno notificato un daspo della durata di 5 anni nei confronti di un cittadino turco che ha acceso un artificio pirotecnico. Riconosciuto da uno steward, il tifoso è stato denunciato dal personale del Commissariato Prati. Il provvedimento, firmato dal questore di Roma, è stato contestualmente notificato al destinatario.

Nel corso dei controlli per la movida due giovani di 18 e 19 anni sono stati arrestati per lesioni a pubblico ufficiale dopo aver aggredito in via degli Aurunci quattro agenti della polizia locale di Roma Capitale: questi ultimi hanno riportato lesioni medicate con prognosi comprese tra 2 e 5 giorni.

È in corso la valutazione del questore per il “Dacur”, il daspo urbano, a carico dei due giovani. Sono stati invece i poliziotti del commissariato San Lorenzo, dopo aver riscontrato in un minimarket di via dei Volsci la vendita d’asporto oltre l’orario consentito, a sanzionare amministrativamente il locale con la chiusura di 5 giorni e una galleria d’arte, dopo aver riscontrato che all’interno erano state somministrate bevande alcoliche ad un minore di 18 anni.

Ed ancora, grazie ad un controllo in un’attività commerciale in via dei Marsi, i poliziotti dello stesso ufficio hanno trovato – nascosti in un contenitore in plastica nascosto fra gli scaffali del vano cucina – 51,54 grammi di cocaina, 2 bilancini di precisione e 204 euro in contanti. 

All’interno del portafogli di D.B.D., 39enne romano, titolare del locale, è stata trovata un’altra dose di cocaina pari a 14,8 grammi: arrestato per detenzione e spaccio di droga, l’uomo al termine dell’udienza di convalida con rito direttissimo è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. 

Interventi della polizia anche a Campo de’ Fiori, dove molti giovani si erano assembrati all’altezza del cinema. Gli stessi ragazzi hanno poi iniziato un fitto lancio di oggetti all’indirizzo di polizia e carabinieri che, con una manovra rapida ed efficace, sono riusciti a disperdere la folla.

Durante “il lancio” lo stesso dirigente del I Distretto Trevi Campo Marzio, Fabio Abis, ed un agente del XIII Distretto Aurelio sono riusciti ad individuare con sicurezza G.M. quale uno degli autori dei lanci di bottiglie e, con la collaborazione di due carabinieri del comando stazione Macao, lo hanno bloccato e condotto negli uffici di polizia.

Contestualmente è stato fermato anche un 17enne che stava partecipando ai disordini, proferendo offese nei confronti delle forze dell’ordine, contro cui ha poi lanciato un mozzicone di sigaretta.

Un carabiniere, colpito da una bottiglia di vetro, è stato accompagnato in ospedale con prognosi di 7 giorni. G.M., già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale mentre Il minorenne sarà denunciato all’autorità giudiziaria per oltraggio a pubblico ufficiale.

Anche in questo caso è al vaglio del questore l’adozione del “Dacur”  nei confronti di entrambi i giovani. In corso le indagini dei poliziotti della questura di Roma che stanno visionando una serie di filmati, realizzati dagli operatori della polizia scientifica, per identificare e sanzionare, eventualmente, gli altri partecipanti ai disordini.

Fonte : Agi