La vecchia betoniera diventa un bar ecosostenibile alla moda

A sud della città di Macas esiste un piccolo bar unico al mondo. Si tratta dell’ultimo progetto di Urdiales Estudio de Arquitectura con una superficie di circa 10 ettari che è ricavato da una vecchia betoniera. I suoi proprietari usano questo spazio come distrazione dalla vita frenetica nel centro della città, così come per la pesca e il bestiame.

Intorno al 2005, i proprietari del piccolo bar di Macas hanno acquisito un serbatoio d’acqua da una società argentina incaricata di costruire il ponte sul fiume Pastaza, ed è stato trasportato e impiantato nella stessa area del progetto attuale. La sua funzione era quella di fornire acqua per il bestiame e l’irrigazione, tuttavia, con l’arrivo dell’acqua potabile pochi anni dopo, l’invaso cadde in disuso: “I clienti hanno voluto riutilizzare questa struttura preesistente, trasformandola in uno spazio di svago e uso informale che avesse un rapporto diretto con il contesto naturale, e che potesse essere fruito in compagnia di familiari e amici. Questo intervento funzionerebbe quindi come annesso ad una grande capanna per eventi e ad un’area falò.”, spiegano gli architetti l’Urdiales Estudio de Arquitectura.

Il progetto comprende due spazi: la zona bar e uno spazio irregolare per il relax e il diretto contatto con la natura. Questi spazi sono coperti da un pergolato in legno e policarbonato traslucido. “I proprietari avevano legname di qualità tipica dell’Amazzonia come Pechinche, Yumbingue, Seique, Jicopo, tra gli altri, che sono stati utilizzati nella struttura della stanza, sul ponte perimetrale, sul pergolato e sugli scaffali del bar, ottenendo così un ambiente caldo e accogliente”, continuano gli architetti. Un pavimento in ceramica che abbina i colori a pattern organici e geometrici uniscono il soggiorno e la zona bar creando spazi moderni con personalità. “Una delle condizioni del progetto è stata quella di preservare la naturale ruggine della vasca acquisita durante tutta la sua esposizione all’aria aperta, ottenendo così il desiderato tocco rustico. Il progetto è circondato dalla vegetazione, connette e fa parte dell’ambiente, valorizzando il paesaggio e fornendo esperienze all’aria aperta”.

Fonte : Fanpage