Il Comune di Roma: “Villa Celimontana riapre a fine maggio”

Tommaso Caldarelli 17 maggio 2021 15:44

Secondo Roma Capitale Villa Celimontana riaprirà a fine maggio. Lo afferma un comunicato dell’amministrazione capitolina apparso il 14 di maggio sul sito ufficiale; tempismo piuttosto sospetto, secondo i comitati come Progetto Celio e CelioAperto che hanno organizzato per sabato 15 maggio un presidio di protesta, con canti e balli, davanti alla porta della storica villa romana. “La villa è oggetto di interventi consistenti, per ridurre il rischio e preservarne la bellezza. Gli operatori stanno proseguendo con lavori di messa in sicurezza di tutta l’area verde”, ha scritto il Campidoglio: “Il lavoro dei nostri giardinieri a Villa Celimontana prosegue senza sosta. Mettere in sicurezza questa importante area verde, situata sul colle del Celio, è un’assoluta priorità. Continueremo gli interventi speditamente assicurando una riapertura quanto più veloce possibile”, ha aggiunto Laura Fiorini, assessore al verde della giunta guidata da Virginia Raggi.

La villa da cui si vede il Colosseo e sede del noto festival Jazz estivo – l’edizione 2021 del quale, avvertono gli attivisti, sarebbe a rischio – è chiusa da gennaio 2021: anche i lettori di Roma Today avevano inviato una lamentela, con tanto di foto attaccata ai cancelli che laconicamente ometteva ogni informazione sulle riaperture. Il consiglio del I Municipio alla fine di aprile ha approvato una mozione che impegna la presidente e la giunta del Centro Storico a informarsi presso il livello capitolino: il parlamentino riportava che era stata data “spiegazione informale da alcuni operai incontrati fuori del cancello che i lavori in questione riguardano la messa in sicurezza dei rami spezzati dal peso degli storni, e la pulitura del guano. In questo momento di emergenza pandemica e chiusura delle scuole i parchi e le ville sono luoghi di primaria importanza”, aggiungeva via della Greca.

Venivano chieste dunque “azioni immediate per la riapertura del parco previo conoscenza della natura dei lavori, lo stato attuale degli alberi e dei prati della villa, ed i tempi per la conclusione delle opere di ripristino. Si invita inoltre a richiedere come ci si intenda muovere di fronte al prevedibile ritorno degli storni verso la stagione autunnale”. Nessuna risposta, salvo lo scarno comunicato, è finora pervenuta. I cittadini che hanno promosso l’azione di protesta stanno raccogliendo già da qualche giorno le firme per un “esposto-segnalazione al Prefetto, alle forze dell’ordine e per conoscenza al primo Municipio, sullo stato di degrado e di insicurezza in cui versa da tempo il Rione Celio”, si legge sui gruppi Facebook degli attivisti. 

Fonte : Roma Today