Pfizer: II dose compete autorità Sanità

10.51
Per Pfizer “non è in discussione il piano vaccinale, l’azienda si limita a riportare quanto emerso dagli studi registrativi. Le raccomandazioni su regimi alternativi competono alle autorità sanitarie e possono includere raccomandazioni da principi di salute pubblica”
Così una nota Pfizer dopo la decisione di raddoppiare a 42 giorni l’intervallo tra I e II dose. Pfizer ricorda che il lasso di 21 giorni è quello su cui si sono raccolti i dati per la fase sperimentale 3 e poi ribadisce:”Dialogo continuo con autorità sanitarie e governi”
Fonte : Televideo