Fine emergenza Covid in Spagna: migliaia di giovani nelle piazze festeggiano senza mascherine

Alla mezzanotte gli spagnoli hanno festeggiato la fine dello stato d’allarme dichiarato dal governo il 14 marzo 2020 per contenere l’epidemia di Covid-19. Restano in vigore l’obbligo di mascherina e la limitazione dei capienza e gli orari nei locali pubblici, dai musei ai bar, dalle chiese ai teatri.

Ma a Madrid come a Barcellona è stata una notte di festa come se tutto fosse tornato prima del Covid

Appena passata la mezzanotte, migliaia di giovani sono scesi in piazza per festeggiare, molti senza la mascherina e senza rispettare la distanza di sicurezza, hanno formato assembramenti e calche. Nella capitale la polizia ha dovuto fare 450 interventi: migliaia di giovani erano nelle strada e nelle piazze, per bere alcool e festeggiare e gli agenti non sono riusciti a rimuovere gli assembramenti a Puerta del Sol.

Clima euforico, per la fine dei 15 mesi di stato di allerta, anche a Barcellona. Il direttore dei Mossos d’Esquadra, Pere Ferrer, ha parlato di ‘”irresponsabilita'” da parte di una minoranza “non solidale”: “Il rischio non è essere multati, ma essere contagiati e che tu contagi altre persone”.

Ferrer ha parlato di scene “molto preoccupanti” registrate in in una trentina di punti della capitale catalana.

Fonte: elmundo →
Fonte : Today