Paramount verso una maggiore inclusività: l’impegno ad assumere attori con disabilità

La casa cinematografica statunitense ha scelto di attenersi alle linee guida della Ruderman Family Foundation per quanto riguarda le audizioni a interpreti con disabilità. Un ulteriore passo nell’ottica di una maggiore attenzione all’inclusione e alla diversità

La Paramount Pictures ha deciso di dare maggiore attenzione e spazio all’inclusività, scegliendo di attenersi alle linee guida della Ruderman Family Foundation per quanto riguarda le audizioni di attori che presentano disabilità.

Si tratta della fondazione filantropica privata fondata a Boston nel 2002 e gestita dalla famiglia Ruderman che si impegna a lavorare per una maggiore inclusione sociale delle persone con disabilità.

“L’inclusione di persone con disabilità è fondamentale per un autentico impegno per la diversità nel nostro settore e nella nostra comunità”, ha dichiarato Jim Gianopulos, presidente e CEO di Paramount Pictures.

Paramount Pictures da anni interessata all’inclusione

Barbie, i nuovi modelli inclusivi per la linea Fashionistas

Non si tratta di una novità in assoluto, nel senso che Paramount Pictures dimostra già da anni una notevole sensibilità per quanto riguarda i temi importantissimi di diversità e inclusività.
Questo è quindi un nuovo passo verso “il consolidamento di una cultura di inclusione” che la società ha già messo in pratica in passato.

Ad affermarlo è lo stesso Jay Ruderman, presidente della Ruderman Family Foundation: “Impegnandosi formalmente ad ascoltare attori con disabilità per le produzioni in studio, Paramount Pictures ha compiuto un passo importante verso il consolidamento di una cultura di inclusione che la società ha già messo in pratica per anni, anche lavorando con attori con disabilità e prendendo decisioni di casting che riflettono la rappresentazione autentica in ruoli di alto profilo”, ha dichiarato durante un intervista in esclusiva concessa a Variety.

Promuovere la diversità e l’inclusione

Fonte : Sky Tg24