Una pistola pronta a sparare, coltelli ed una bomba: le armi nascoste nel forno elettrico

Una pistola Beretta calibro 7,65 con caricatore inserito e 12 munizioni, pronta a sparare e con matricola abrasa, diversi coltelli di detenzione illecita, ben 130 munizioni cal. 7,65 e addirittura una bomba da esercitazione in uso all’Esercito Italiano, depotenziata ma comunque letale. Questo l’arsenale nascosto in un forno e sequestrato dai carabinieri. 

Per tale motivo i militari della stazione di Castel Madama hanno arrestato un 54enne del posto con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di armi e munizioni e detenzione di munizionamento da guerra.

Era già qualche tempo che i Carabinieri della stazione del Comune della provincia nord este della Capitale stavano osservando i movimenti del 54enne, studiandone le abitudini e le frequentazioni. Troppi i movimenti sospetti nelle vicinanze della sua abitazione e tanti i precedenti del soggetto per pensare a pura casualità.

Stamattina, quindi, i militari hanno deciso di intervenire, fermando l’uomo all’uscita dalla sua abitazione. Nel giubbotto nascondeva circa 10 grammi di marijuana conservata all’interno di una busta sottovuoto cui si sono aggiunti altri 30 grammi di marijuana e 100 grammi di hashish trovati all’interno della sua abitazione.

Le operazioni di perquisizione sono proseguite in modo capillare all’interno dell’appartamento e hanno permesso anche di rinvenire, occultati nel doppiofondo di un forno elettrico in disuso di trovare e sequestrare l’arsenale del 54enne.  

Tutto quanto rinvenuto è stato sequestrato dai Carabinieri, così come il denaro contante, 250 euro, frutto dell’attività di spaccio, mentre il 54enne è stato tradotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Fonte : Roma Today