Sex and The City, nel revival non c’è Samantha, ma tre nuovi personaggi pro diversità

And Just Like That…, il revival della serie televisiva Sex and the City, conterà tre nuovi personaggi che sono stati scelti nell’ottica di dare maggiore attenzione (e spazio) alla diversità. Tre nuovi ruoli che potrebbero far dimenticare la “grande assente” del progetto, ossia Samantha Jones.

L’attrice che la interpretava nella serie originale, Kim Cattrall, non ha voluto fare parte del cast del reboot, la stessa scelta presa anche da Chris Noth, l’interprete di Mr. Big. Però a controbilanciare queste due assenze ci saranno tre interessanti nuove presenze.

Sono infatti appena arrivate nuove indiscrezioni circa personaggi inediti che ruoteranno attorno ai tre fulcri principali della storia, le “originali” Carrie (Sarah Jessica Parker), Miranda (Cynthia Nixon) e Charlotte (Kistin Davis). I tre nuovi ruoli vedranno sul set altrettante attrici di diversa etnia.

“I produttori esecutivi Sarah Jessica Parker e Michael Patrick King non volevano raccontare una storia con una writing room composta solo di persone bianche, o un cast composto solo da attori bianchi, perché non riflette New York. Per questo stanno cercando di essere più consapevoli nel comprendere come la New York della serie possa riflettere la New York di oggi”, aveva anticipato Casey Bloys della HBO, che produce il revival And Just Like That… 

Era stato lo stesso Bloys a spiegare anche come verrà motivata l’assenza di Samantha Jones, che dovrebbe essere illustrata al pubblico subito all’inizio del primo episodio del reboot: “(La nuova serie) è come la realtà che conosciamo tutti: le persone entrano nella nostra vita e le persone escono dalla nostra vita. Vecchi amici spariscono e altri arrivano. Tutto è molto in linea con gli stadi della vita”, ha dichiarato Casey Bloys.

L’inclusività e la diversità entrano nel cast del revival

And Just Like That… avrà quindi tre personaggi ricorrenti di un’etnia diversa da quella delle tre protagoniste che affiancheranno. E non solo: anche gli sceneggiatori di questo nuovo capitolo della saga capitanata da Carrie Bradshaw verranno scelti prestando attenzione alle appartenenze etniche differenti, al fine di ottenere un team cosmopolita e variegato che ben interpreti quella multiculturalità che è il cuore pulsante della Grande Mela. Perché, con buona pace di Carrie e delle altre, la vera protagonista e prima donna di Sex and the City rimane “lei”: New York.

Fonte : Sky Tg24