Helen Mirren sulle polemiche per il video con Checco Zalone: “Uomo elegante e geniale”

Tra le polemiche varie dei giorni scorsi, da quella su Pio e Amedeo a quella legata a Fedez e il Primo Maggio, un altro caso era montato in relazione al video di Checco Zalone, La Vacinada, con protagonista una Helen Mirren che si era messa a disposizione del regista pugliese. L’attrice premio Oscar ha raccontato l’esperienza con Zalone in un’intervista, tessendo le sue lodi: “Lavorare con un uomo di tale eleganza e genialità è davvero un onore e sono molto felice che ci sia tata una risposta così forte al nostro lavoro insieme”.

[embedded content]

Non sono mancate le polemiche nei giorni successivi alla publicazione del video di Checco Zalone in cui Helen Mirren ha interpretato una donna “pugliese d’adozione”. La canzone e la clip sono incentrate sull’importanza dei vaccini, ma c’è chi ha ritenuto si trattasse di un lavoro offensivo per le donne e girato da Mirren senza consapevolezza. Lei commenta così: “Sono stata entusiasta che il mio amico e ammirato collega Checco Zalone mi abbia chiesto di comparire insieme a lui in un video per promuovere l’assunzione del vaccino”.

Una collaborazione eccezionale quella di Helen Mirren, che porta l’attore e regista pugliese campione di incassi a recitare assieme all’attrice britannica naturalizzata statunitense vincitrice di un Premio Oscar e tre Premi Golden Globe, quattro Premi BAFTA, cinque Screen Actors Guild Awards, quattro Emmy Awards e un Tony Award, uno dei nomi più celebri del panorama attoriale internazionale.  Helen Mirren aveva già manifestato tempo fa la sua stima per Checco Zalone e in più occasioni ha detto di adorarlo, manifestando il desiderio di fare un film con lui: “Come si fa a non amare l’Italia? Vorrei lavorare in qualsiasi film ambientato in Puglia. Adoro Checco Zalone. Ho una casa nel Salento e conduco una vita normale. Partecipo alle feste di paese, vado a fare la spesa e mi dedico al giardinaggio”, aveva dichiarato l’attrice in occasione dell’ultima edizione del Festival di Berlino.

Fonte : Fanpage