Covid, Francia: il coprifuoco resta alle 19 in tutto il Paese

In Francia il coprifuoco resta alle 19 “fino a nuovo ordine”. Lo ha confermato nella giornata di ieri, 22 aprile, il premier Jean Castex in conferenza stampa parlando delle misure di contrasto al Covid-19 e facendo il punto sulle prossime riaperture. La questione, poi, verrà rivalutata a metà maggio in considerazione dei futuri sviluppi della pandemia da coronavirus nel Paese ma non è previsto “nessun automatismo”.
“La situazione della pandemia in Francia sta migliorando e si è stabilizzata ormai a circa 30.000 contagi. Il picco della terza ondata sembra passato. Il livello di circolazione del virus si riduce ma resta molto elevato dobbiamo restare lucidi e proseguire i nostri sforzi”, ha dichiarato il primo ministro francese.

In Francia lunedì riaprono le scuole

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 23 aprile. LIVE

Sul fronte della scuola, il premier Jean Castex ha confermato che in Francia “da lunedì prossimo, 26 aprile, tutti i bambini delle materne e delle elementari, così come i loro insegnanti, torneranno in classe”. “Abbiamo ascoltato” le voci degli esperti che consigliano ancora prudenza, ha aggiunto, “ma riteniamo che allungare l’assenza da scuola produca negli allievi gravi problemi non solo educativi, ma anche psicologici. Per questo, ci assumiamo ancora la responsabilità di questa decisione”.
“I danni causati dalla chiusura delle scuole sono semplicemente catastrofici”, ha poi ribadito il primo ministro francese, annunciando che nelle scuole saranno disponibili  per tutto il personale e per gli studenti dei licei anche i cosiddetti “autotest”, i nuovi tamponi nasali rapidi per test fai da te Covid-19: “Abbiamo ordinato 64 milioni di autotest”.

Francia, dal 3 maggio fine limite a spostamenti

Quanto alle prossime riaperture, in Castex ha poi ribadito che le riaperture avverranno “gradualmente e secondo l’evolversi della situazione sanitaria”.

Fonte : Sky Tg24