Billie Joe e l’ossessione di Serena Williams per i Green Day: “batteva le avversarie il più in fretta possibile per non perdersi i concerti”

Tutte le rock band hanno dei fan speciali. I Green Day possono dire di avere un’icona dello sport mondiale, la campionessa di tennis Serena Williams. Ospite dello show televisivo di Jimmy Kimmel, Billie Joe Armstrong ha raccontato che Serena va a vedere spesso i loro concerti e ha anche chiesto alla band di suonare uno dei suoi brani preferiti, Disappearing Boy dal loro album di debutto 39/Smooth.

Un pezzo per veri fan, che i Green Day hanno scritto e registrato quando erano ancora una band indipendente, quattro anni prima del successo mondiale dell’album Dookie.

È una delle storie raccontate da Billie Joe Armstrong nel suo podcast Welcome to My Panic, in cui «Ripercorro la mia storia personale i 30 anni passati con i Green Day, dalla scena undergound di Berkeley ai dischi di platino a Broadway». Il leader dei Green Day ha anche raccontato gli aneddoti dietro a Look for Love, la canzone che ha registrato nel 1977 quando aveva solo 5 anni dall’etichetta indipendente di Berkeley Fiat Records fondata da un amico della madre di Billie Joe, James J. Fiatarone e pubblicata solo in vinile in edizione limitata di 800 copie. Sul lato B c’è un’intervista intitolata Meet Bille Joe in cui dice: «Le persone sono conctente quando canto. Mi piace».

Per quanto riguarda l’amicizia con Serena Williams, Jimmy Kimmel ha svelato che il primo incontro è avvenuto proprio nel suo studio televisivo. I Green Day erano ospiti e il conduttore ha invitato Serena Williams che voleva conoscerli. «Nel 2012 io ero alle Olimpiadi di Londra con i miei due figli, lei aveva una partita importante ma ha voluto portarci a fare un tour di Wimbledon» ha raccontato Jimmy Kimmel, «Io ero terrorizzato, temevo potesse perdere la concentrazione per il match, ma lei mi ha detto: “No, mi hai fatto conoscere i Green Day quindi sono in debito con te».

Bilie Joe Armstrong ha detto: «È una persona fantastica, l’abbiamo incontrata spesso durante i tour in Europa. Lei giocava in qualche torneo e poi veniva a vederci suonare. Anzi, credo che provasse a battere le avversarie il più in fretta possibile per non perdersi il concerto».

Fonte : Virgin Radio